Pineto, riparte l’iter verso il nuovo Prg

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2533

PINETO. Riparte lo studio del Piano Regolatore di Pineto che entro il prossimo inverno approderà in consiglio comunale.

Dopo aver dato il via libera al Piano Agricolo, che attualmente è nella fase delle osservazioni, l’amministrazione comunale è pronta a varare lo schema strutturale degli interventi urbanistici sul territorio. L’iter sullo studio del nuovo strumento urbanistico ha già avuto inizio. Ma per entrare nel vivo dell’elaborazione bisogna conoscere lo schema relativo al rischio idrogeologico che interessa il territorio pinetese, soprattutto dopo l’alluvione del 1999.

«Da allora», spiega il sindaco Luciano Monticelli, «l’area è stata inserita nella mappa dei territori a rischio idrogeologico. Pertanto, prima di procedere con nuovi interventi di urbanizzazione bisogna dotarsi di uno studio particolareggiato sulla conformazione dei terreni e soprattutto sugli interventi da adottare per rendere l’area sicura».

Il Comune affiderà i rilievi ad una società del nord Italia esperta nel settore che nell’arco di 3-6 mesi al massimo dovrà rimettere nelle mani dell’ufficio competente la relazione circa le opere da realizzare per evitare il rischio idrogeologico. Gli interventi, comunque, riguarderanno il rifacimento dei canali della raccolta delle acque meteoriche, la messa in sicurezza dei fossati, come Ponno, Calvano e Foggetta.

«Il Piano Quadro di sviluppo interesserà», prosegue il primo cittadino pinetese, «la zona di Scerne di Pineto, il quartiere dei Poeti, Villa Fumosa, Santa Maria a Valle. Una volta risolto il problema relativo al rischio idrogeologico procederemo anche con la realizzazione del nuovo polo scolastico che sorgerà nella zona nord della città, tra Villa Fumosa e il quartiere dei Poeti. Crediamo che entro il prossimo inverno avremo tutte le relazioni. Ma nel frattempo il tavolo tecnico procede sull’elaborazione delle ipotesi di intervento».

 Il sindaco Monticelli ricorda che con il Piano Agricolo sono già state adottate tutte le misure di tutela del territorio, preservando la quinta collinare da possibili interventi edilizi e di speculazione. Pineto è una città in crescita demografica: negli ultimi 18 anni il numero dei residenti è aumentato di circa il 22 per cento, raggiungendo la soglia dei 15 mila cittadini. Ed è un trend che viene confermato anche dalle proiezioni future. «E’ una città a misura d’uomo Pineto», conclude Monticelli, «vogliamo quindi mantenere questa caratteristica anche per il futuro. Per quanto riguarda l’adozione del nuovo Prg, dovremo attendere qualche mese, ma agli inizi del 2011 daremo il via alla discussione in consiglio comunale».

 

09/09/2010 13.58