Roseto. Il circolo Giovane Italia:«abbandonati gli "antichi percorsi"»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1618

ROSETO – Il circolo “Giovane Italia” accusa l'amministrazione comunale di trascurare  la rivalutazione della zona “antichi percorsi”.

Troppa superficialità nella gestione della zona, cioè il percorso che collega Roseto a Montepagano, degrado diffuso in particolare alla Fonte dell’Accolle, invasa dalla vegetazione e sentieri impercorribili.

«Un vero e proprio biglietto da visita per la nostra città», sostiene la Giovane Italia, «che testimonia il reale interessamento del sindaco Di Bonaventura a sviluppare un turismo che coinvolga tutto il territorio comunale e la cura dell’ambiente urbano».

Inoltre il circolo denuncia l'indifferenza da parte dell'amministrazione comunale nei confronti dell'associazione volontaristica naturalistica Inachis che intende riqualificare la zona.

«L'Inachis già attiva nel Parco Nazionale d’Abruzzo - dichiara Fabrizio Fornaciari dirigente provinciale di Giovane Italia - si è proposta di riqualificare quest’area fin dal luglio 2010. Ma né il sindaco né l’assessore al Turismo Porrini e quello ai Lavori pubblici De Vincentiis hanno risposto». 

Il piano dell'associazione naturalistica mira a effettuare le manutenzioni e a realizzare aiuole e piccoli giardini a tema. Inoltre i volontari intendono organizzare campi di istruzione botanica illustrando caratteristiche e proprietà delle piante. La proposta è anche quella di poter organizzare escursioni da Roseto a Montepagano passando dapprima lungo il sentiero di Via Colle Patito e proseguendo fino alla Fonte dell’Accolle. Il tutto (manutenzione e assistenza) «in forma totalmente gratuita».

«Dalla scorsa estate in poi – continua il dirigente provinciale di Giovane Italia -  l’associazione ha avuto diversi colloqui con l’Assessore Porrini prima, con l’Assessore De Vincentiis poi, senza ricevere alcuna apertura. L’impressione è che abbiano accolto la proposta con un pò di sufficienza. L’associazione chiede semplicemente, una volta effettuati gratuitamente i lavori di manutenzione, di poter organizzare escursioni nella zona per far conoscere ai turisti le specificità e la bellezza delle nostre colline e del centro storico di Montepagano».

Fornaciari sottolinea infine i vantaggi economici che l'amministrazione comunale riceverebbe dalla collaborazione con i volontari dell'Inachis:«ci sarebbe – conclude il dirigente di Giovane Italia - un risparmio dei 300 mila euro previsti nel Programma triennale delle opere pubbliche 2010/2012 per la Manutenzione straordinaria degli antichi percorsi. In ogni caso si potrebbe comunque ridurre notevolmente il costo dell’intervento con il lavoro gratuito dei volontari e favorire così il rilancio dell’area senza gravare ulteriormente sulle casse comunali, già disastrate per la cattiva amministrazione del centrosinistra rosetano».

14/12/2010 10.23