Assunzioni Team. Di Pasquale (Pd):«Brucchi non vuole mettere fine al clientelismo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2613

TERAMO. La Team come l’Ama di Roma sotto inchiesta per assunzioni facili e clientelari?

Il paragone lo azzarda il presidente della commissione di vigilanza del Comune di Teramo Manola Di Pasquale che spiega come le norme oggi prevedano criteri selettivi in grado di arginare preferenze e spintarelle da parte della politica ma secondo il consigliere comunale Pd non ci sarebbe la volontà per farlo.

Ancora una occasione c’è stata nel Consiglio di ieri quando il sindaco Maurizio Brucchi nuovamente sollecitata dal consigliere si è «rifiutato di adottare un provvedimento che imponesse alla Team, nella selezione del personale criteri di trasparenza con uguali opportunità di accesso, senza dover necessariamente ricorrere ai favori del politico di turno».

Di Pasquale ha anche chiesto che fossero almeno previste delle priorità per i perdenti posto di lavoro con a carico i figli e per i disoccupati di lungo tempo, ma anche questo aspetto è stato ignorato e rifiutato dall0amminsitrazione di centrodestra, «addirittura beffeggiato», dice Di Pasquale.

Da un esame attento delle assunzioni Team, la municipalizzata incaricata da anni di molti servizi tra i quali quello dell’igiene urbana, e solo dopo l’interpellanza consiliare, si scopre che ad oggi la Team ha 274 dipendenti di cui il 85 con contratto a tempo determinato, per contratto collettivo di lavoro. Ma per questa tipologia erano previsti originariamente solo 18 unità lavorative per cui non si poteva .

«Per l’avvio del servizio “porta a porta” nell’ultimo anno», spiega oggi Di Pasquale, «sono stati reperiti 112 unità lavorative, senza alcun criterio di selezione e senza trasparenza, mere chiamate dirette. Il Consiglio Comunale aveva deliberato, un impegno di spesa per soli 37 unità lavorative. Perché tanto personale in più ed il relativo costo sarà pagato dal cittadino attraverso un ulteriore aumento della tassa sui rifiuti? I lavoratori interinali sono stati reperiti e selezionati attraverso l’agenzia “ Obiettivo Lavoro “ guarda caso la stessa utilizzata per selezionare lavoratori nelle Municipalizzate di Roma, le cui assunzioni sono sotto il mirino della magistratura e della corte di conti».

«Rifletta il sindaco e faccia i dovuti controlli nella Team», conclude, «nessuna sensibilità ha dimostrato questa amministrazione e questo sindaco nei confronti delle famiglie e per i giovani teramani, si è assistito ad una fredda e totale indifferenza.

Questo è il momento storico e politico per mettere fini ai beceri giochi clientelari fatti negli anni, da tutti i politici di destra e di sinistra; oggi la normativa è chiara e rappresenta un importante punto di partenza, se solo si volesse davvero, dare a tutti medesimi opportunità di accesso al mondo del lavoro. Perché tanto disinteresse?».

10/12/2010 14.35