Alba Adriatica. Raddoppio per corsie di uscita da A14

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1402

ALBA ADRIATICA. Sei milioni di euro stanziati per il miglioramento della 259 per il raddoppio delle corsie nell’innesto fra la statale 16, sul territorio di Martinsicuro e Alba Adriatica.

 

Un tratto di strada diventato un vero e proprio “imbuto”, un incubo per i residenti, dove insistono numerosi centri commerciali, il casello autostradale A14, zone artigianali e industriali, aree densamente urbanizzate.

L’opera è stata presentata questa mattina dall’assessore provinciale alla viabilità, Elicio Romandini, ad Alba Adriatica, alla presenza degli amministratori locali - fra gli altri gli assessori albensi Gabriele Viviani e Pierluigi Marziani -  nel corso di una conferenza stampa alla quale ha preso parte anche il vicepresidente Renato Rasicci.

Il progetto, in fase di elaborazione, ipotizza la realizzazione di due corsie per ogni senso di marcia per il tratto fra la rotatoria della A 14 e la rotatoria sulla statale 16: anche quest’ultima verrebbe adeguata con una corsia preferenziale in direzione sud.

«Il livello di congestione, già molto alto, è destinato ad aumentare con l’apertura del nuovo outlet del mobile – ha spiegato l’assessore Romandini -  ed è evidente che questo intervento è strategico rispetto ad una rete di comunicazione molto vasta fra la Val Vibrata e la costa ma è indispensabile anche per fluidificare la viabilità sulla statale Adriatica».

Nel dettaglio, l’assessore Romandini, ha precisato, fra le altre cose, che ritiene importante: «salvare il filare dei tigli» e che sono allo studio più ipotesi perché anche se la soluzione tecnica appare piuttosto «complessa» è intenzione della Provincia «arrivare alla realizzazione di tutte e due le corsie tagliando il numero minore di alberi».

I tempi di realizzazione non saranno lunghi, ha affermato l’Assessore: l’opera, attualmente in fase di progettazione preliminare, dovrebbe andare in appalto entro il 2011 ed essere completata in due anni. Romandini, infine, si è detto disponibile a studiare insieme alle amministrazioni locali soluzioni per fluidificare il traffico sulla strada comunale Via Ascolana.

«Per la sistemazione della 259 e di tutta la viabilità di accesso a questa importante arteria la Provincia ha un progetto da 60 milioni di euro ma al momento questi fondi non ci sono e abbiamo scelto di usare questo primo finanziamento di 6 milioni per intervenire nei punti più critici con opere dalle quali trarranno vantaggi tutti i territori comunali che sono lungo la provinciale», ha chiosato Romandini.

 25/11/2010 9.15