Gli autobus Arpa continueranno a passare per Penna Sant’Andrea

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2096

PENNA SANT'ANDREA. Pare ormai scongiurata l’ipotesi di interruzione del servizio di linea degli autobus ARPA per il capoluogo di Penna Sant’Andrea.

 

Sin dai giorni immediatamente successivi al terremoto del 6 aprile 2009 venne chiusa al transito il tratto della Statale 81 nel centro storico di Penna Sant’Andrea ed il traffico venne deviato su una vecchi strada comunale stretta e tortuosa.

Anche i numerosi autobus Arpa, che servono gli studenti e lavoratori pendolari di Penna S. Andrea, ma anche dei paesi vicini e della valle del Fino, sono sinora transitati sull’unica variante disponibile.

Poi, a distanza di un anno e mezzo, visto che i lavori per il ripristino della viabilità sulla S.S. 81 non sono ancora nemmeno iniziati, gli autisti Arpa hanno deciso che non era più il caso di rischiare, soprattutto nell’imminenza della stagione invernale, ed hanno preannunciato il loro rifiuto a continuare a percorrere la strada comunale dal 1 novembre.

Della questione è stato interessato anche il Prefetto di Teramo, il quale dopo aver incontrato il sindaco di Penna Sant’Andrea ed i rappresentanti sindacali dell’Arpa, ha rivolto un appello a tutti gli organi competenti affinchè si ponesse riparo ai problemi viari di Penna Sant’Andrea.

Negli ultimi giorni la situazione sembra essersi sbloccata.   La Protezione Civile ha autorizzato il sindaco a procedere ai lavori di sistemazione ed adeguamento della variante con i fondi statali disponibili, l’Anas ha predisposto il progetto per il ripristino delle condizioni di sicurezza sulla S.S. 81 ed i relativi lavori dovrebbero iniziare tra non molto e,  infine, nella mattinata di oggi c’è stato un sopralluogo della Motorizzazione  Civile, unitamente ai funzionari della Regione, dell’Arpa e del Comune.

A seguito del sopralluogo la Motorizzazione Civile autorizzerà la continuazione del transito dei bus ARPA sulla strada comunale a condizione che venga appunto adeguatamente sistemato il fondo stradale, che venga potenziata la segnaletica con l‘apposizione di impianti semaforici e che i mezzi del Comune siano pronti ad intervenire in caso di neve o ghiaccio.

L’Amministrazione Comunale si è dichiarata soddisfatta di questa soluzione che limita al massimo i disagi per i pendolari ed ha ringraziato il prefetto Eugenio Soldà per il prezioso intervento.

Resta tuttavia ancora da risolvere  il problema principale che è quello della riapertura al transito della Statale, la cui chiusura da quasi due anni penalizza fortemente gli abitanti di Penna Sant’Andrea ed i particolare i pochi operatori economici ancora presenti sul territorio.

L’augurio è che l’Anas, una volta stanziate le risorse finanziarie, possa procedere subito all’appalto ed alla esecuzione dei lavori necessari.

30/10/2010 10.25