Pineto che pedala: più bici e meno suv

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2076

PINETO. Firmato ieri mattina a Pineto il protocollo d’intesa per il progetto di sviluppo sull’utilizzo della bici denominato “+ Bici -Suv” tra i Comuni di San Benedetto del Tronto, Giulianova e Pineto.

 

Presenti per la presentazione del programma, che di fatto è partito con la sottoscrizione dell’importante documento, l’assessore alla viabilità del Comune di San Benedetto del Tronto (ente capofila) Settimio Capriotti, l’assessore alla trasparenza del Comune di Giulianova Archimede Forcellese, l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Pineto Nerina Alonzo. Presenti anche Renzo Re del Coordinamento Ciclabili Abruzzo Teramano che darà il proprio sostegno nell’elaborazione dei progetti di realizzazione dei nuovi percorsi per le due ruote.

Sergio Trevisani, coordinatore del progetto, che è stato finanziato dall’Unione europea per un importo di 19.750 euro su un totale di 35 mila euro (la restante somma è stata messa a disposizione dai tre Comuni compartecipanti), ha illustrato nei dettagli il piano di intervento che da qui a 6 mesi punta decisamente a creare una rete di piste ciclabili, anche naturalistiche, che in qualche modo crei una connessione tra i vari territori.

L’obiettivo è quello di incentivare l’uso delle due ruote, anche per andare a lavorare, per accompagnare i figli a scuola. Un po’ come accade già in molti altri paesi del Nord Europa. Sono stati portati gli esempi dell’Olanda e della Svezia, Paesi sì freddi per molti mesi all’anno, anche ricoperti spesso di neve, ma dove l’uso della bici è praticamente giornaliero, anche con condizioni meteo avverse.

«Noi siamo il Paese del sole», ha spiegato l’assessore Nerina Alonzo, «eppure per compiere pochi chilometri usiamo la macchina».

 A Giulianova l’amministrazione comunale ha eseguito un monitoraggio e l’assessore Forcellese ha snocciolato un dato che deve far riflettere.

«Abbiamo potuto accertare che molta gente per andare a lavorare», ha spiegato l’amministratore giuliese, «deve spostarsi di appena 3 chilometri. Un percorso che si potrebbe compiere tranquillamente in bici. Ed invece c’è l’uso della macchina».

 Il progetto “+ Bici -Suv” ha innanzitutto il compito di sviluppare anche degli interventi sul territorio per creare appunto le piste ciclabili per agevolare e incentivare l’uso del mezzo che più di tutti gli altri rispetta l’ambiente, appunto la bicicletta. E l’impegno dei tre Comuni è quello di investire complessivamente 500 mila euro per realizzare le nuove piste ciclabili.

 Ma bisogna anche educare le famiglie. A tale proposito ci saranno incontri, verranno organizzati punti di ascolto dove persino medici preparati spiegheranno l’importanza di spostarsi in bici, i vantaggi per la salute di tutti. Verranno organizzati dei workshop, due in ogni Comune aderente al progetto, con un dibattito poi finale che farà la sommatoria degli incontri tenuti e che si terrà nella sede dell’ente capofila. Altro dato importante è che il progetto in questione è aperto anche agli altri Comuni che decidessero successivamente di volerne far parte.

09/10/2010 10.51