Teramo, pioggia di premi ai dirigenti comunali? Cavallari: «inascoltati»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2643

TERAMO. Premi di risultato distribuiti a pioggia, incarichi dirigenziali a raffica.

E’ questo quello che accade, secondo Giovanni Cavallari capogruppo Pd, al Comunale di Teramo. Una situazione che non solo spacca maggioranza e opposizione ma che provoca il disappunto anche della stessa maggioranza. E infatti anche Franco Fracassa, consigliere comunale del Pdl, membro della maggioranza che sostiene il sindaco Maurizio Brucchi avrebbe invitato tutti, tempo fa, a percepire il minimo stipendio tabellare rinunciando al di più (premialità al risultato ed altri incarichi). Dello stesso avviso è il collega di opposizione Cavallari che lamenta la completa mancanza di volontà politica di mettere mano ad una vicenda «che offende tutti i cittadini teramani: premi distribuiti a pioggia, uguali per tutti, nella misura di ben 19.616,69 euro a testa. Per molti, lo stipendio di un anno di lavoro».

Da tempo il Pd aveva posto il problema ai primi posti dell’agenda politica della città, lanciando grida d’allarme sempre inascoltate e definite, dice Cavallari, «strumentali, oltre che fatte passare come questioni personali tra il Pd e questo o quel dirigente».

Anziché risposte decise e soluzioni immediate, secondo il membro del Pd, « i membri della maggioranza si sono ferocemente accapigliati tra loro, non solo diversi consiglieri di maggioranza, ma perfino assessori, vice-Sindaco, membri del nucleo di valutazione e, ciliegina sulla torta, il direttore Generale. Una ridda di parole, smentite, contraddizioni, rappresaglie».

E le soluzioni intanto aspettano.

17/12/2011 14:34