C’è l’emergenza rifiuti, il sindaco di Giulianova affida il servizio alla Ecologica Sangro

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

6787

C’è l’emergenza rifiuti, il sindaco di Giulianova affida il servizio alla Ecologica Sangro
GIULIANOVA. Dipendenti Sogesa nuovamente in agitazione e servizio di rifiuti in affanno. E’ di nuovo emergenza ma il sindaco questa volta preferisce una “azione di forza”.*L'ORDINANZA INTEGRALE

Dopo la riunione in Prefettura, presenti anche gli amministratori di Notaresco, Roseto degli Abruzzi, Morro d'Oro, Mosciano Sant'Angelo e Bellante, i presidente di Cirsu e Sogesa, il rappresentante della Provincia e le organizzazioni sindacali, il primo cittadino giuliese Francesco Mastromauro si è messo subito al lavoro con i suoi collaboratori trovando, dopo un'attività febbrile protrattasi sino a mezzanotte, la soluzione all'emergenza rifiuti verificatasi a seguito dello sciopero indetto dalle maestranze della Sogesa per il mancato pagamento degli stipendi. Situazione non nuova che evidenzia come la situazione non sia cambiata ed i problemi non risolti.

«Proprio nella riunione in Prefettura – dichiara Mastromauro - il presidente della Sogesa, Diego De Carolis, dopo aver sottolineato, anche mediante dichiarazione scritta, come il Comune di Giulianova abbia sempre onorato con correttezza i suoi obblighi, tanto da garantire la sopravvivenza della società stessa, ha dovuto però ammettere che la società non era in grado di assicurare la ripresa del servizio di igiene urbana. E subito dopo, con nota ufficiale, De Carolis ha invitato quindi l'amministrazione comunale giuliese ad individuare per forza di cose un altro gestore».

La soluzione trovata con l’ordinanza Mastromauro prevede l'affidamento del servizio di raccolta, trasporto e spazzamento dei rifiuti alla società Ecologica Sangro di Lanciano, che prenderà servizio oggi stesso. Nella ordinanza si individua la società che fa capo alla famiglia Di Zio «in via d’urgenza» ma non si chiariscono le ragioni della scelta nello specifico. Anzi il primo cittadino fa di più: intima alla Ecologica Sangro di accettare l’incarico “coatto” pena la denuncia all’autorità giudiziaria.

Il costo per il servizio di durata semestrale rimane invariato per le casse comunali 130euro per abitante per la raccolta ed il trasporto, mentre per il servizio di spazzamento è di 26mila euro mensili.

«Un aspetto importante, e che ho voluto mettere nero su bianco», dice Mastromauro, «riguarda la tutela dei lavoratori di Sogesa, ai quali va il mio pensiero e la mia attenzione. Infatti, già da lunedì verranno attivate le procedure di legge per garantire l'assorbimento dei lavoratori Sogesa da parte del nuovo gestore del servizio. E d'altronde – dice il sindaco - vorrei ricordare che mi sono sempre battuto affinché gli operatori Sogesa venissero tutelati. Così è stato il 17 marzo, quando richiesi al Cirsu una convocazione urgente per i problemi gestionali della raccolta dei rifiuti e per il pagamento dei salari ai dipendenti, ottenendo l'autorizzazione a versare le somme direttamente a Sogesa così da garantire gli stipendi. Ed altrettanto feci nella scorsa estate, quando il Comune pagò in anticipo 281.000 euro per garantire lo stipendio di agosto ai lavoratori. Senza poi dire che il 19 ottobre firmai un'ordinanza per raccolta e trasporto rifiuti, prevedendo anche lo spazzamento manuale nei giorni festivi e la raccolta del vetro porta a porta in modo tale che Sogesa potesse garantire i livelli occupazionali. Perché – conclude Mastromauro - se non è giusto che sia la mia città a dover sopportare disagi quando noi abbiamo sempre onorato i nostri impegni, è altrettanto ingiusto che siano i lavoratori a dover subire conseguenze per responsabilità altrui».

17/12/2011 13:07

 [pagebreak]

L'ORDINANZA INTEGRALE

 

CITTA' DI GIULIANOVA

PROVINCIA  DI  TERAMO

Corso Garibaldi, n. 109 – 64021 Giulianova (TE)

UFFICIO DEL SINDACO

Corso Garibaldi, n. 109 – 64021 Giulianova (TE)                                    Tel. 085/8021226 Fax. 085/8021268

 

Prot. n. 51938/2011

 

IL SINDACO

 

Vista la propria precedente ordinanza n. 451/2011;

 premesso che:

  • il servizio di igiene urbana, comprendente raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, è stato affidato al CIRSU Spa che lo ha effettuato mediante la società strumentale SO.GE.SA. Spa;
  • detto servizio è stato svolto con le modalità di raccolta “porta a porta” su tutto il territorio comunale ad eccezione delle zone in cui sono presenti case sparse dove il servizio è rimasto del tipo stradale;
  • con delibera di Giunta comunale n° 69 del 05-04-2011 si è preso atto del parere dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato del 23/3/2011 in ordine all’affidamento del servizio di igiene urbana a CIRSU S.p.A., dal quale si evince che il contratto che regola la gestione del servizio di igiene urbana è decaduto ope legis il 31-12-2010, stante il combinato disposto dei commi 2 e 8 dell’art. 23 bis del D.L. 112/2008, convertito con modificazioni nella Legge 133/2008 e successive modifiche;
  • con la cessazione del rapporto contrattuale in parola è venuto meno anche ogni rapporto contrattuale tra CIRSU e Sogesa e, pertanto, dal 01-01-2011 si è determinata una gestione di fatto del servizio che ha necessitato una definizione al fine di evitare l’interruzione del servizio di igiene urbana con conseguente pericolo per la salute pubblica;
  • deve darsi atto che, a seguito della richiesta innanzi citata l’Autorità d’Ambito, con nota prot. 7 del 7 aprile 2011 acquisita al protocollo dell’ente in data 12/04/2011 con prot. n. 15316, aveva richiesto ai comuni della provincia di Teramo di elaborare e presentare proposte progettuali al fine di esperire le procedure di affidamento della gestione del ciclo integrato dei rifiuti, così come sollecitato dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato con nota prot. n° 21995 del 23/03/2011;
  • nelle more dell’individuazione del gestore unico del ciclo integrato dei rifiuti da parte dell’AdA dell’ATO n. 1 di Teramo, al fine di garantire la continuità del servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti e quindi evitare l’ingenerarsi di pericoli per la salute pubblica, con Ordinanza Sindacale per sanità pubblica e gestione straordinaria dei rifiuti n. 107 del 15-04-2011 il servizio di igiene urbana era stato affidato alla SO.GE.SA. S.p.A. per un periodo di mesi sei, decorrenti dal giorno successivo alla notifica dell’atto eseguita il giorno 19.04.2011;
  • preso atto che, con nota SOGESA s.p.a. del 16.12.2011, la quale forma parte integrante e sostanziale del presente atto, il rappresentante legale ha comunicato l’impossibilità a proseguirsi nel servizio espletato, imposto con la richiamata ordinanza sindacale  n. 451/2011 e di non essere in grado, allo stato, di garantire la ripresa del servizio di igiene urbana con i propri mezzi e risorse del personale e, all’esito dell’incontro tenutosi presso la prefettura di Teramo in data odierna, ha invitato questo Comune ad individuare altro soggetto gestore tra quelli in possesso di capacità e requisiti tecnici ed economici ai sensi delle leggi vigenti;
  • detti presupposti in fatto ed in diritto, a tutela della salute pubblica, abilitano lo scrivente ad affidare, in via di urgenza, nel rispetto di tutte, nessuna esclusa od eccettuata, le condizioni modalità e termini già di svolgimento, il servizio di raccolta, trasporto e spazzamento dei RR.SS.UU. prodotti nel territorio di Giulianova alla ECOLOGICA SANGRO S.p.A. con sede in 66034 Lanciano, alla Via. S.p. Pedemontana, 10, (c.f. 01404160697), attualmente gestore del servizio in territori e per comuni di pari entità, conferendo la porzione differenziata presso gli impianti che la ECOLOGICA SANGRO S.p.A. stessa individuerà, e quella indifferenziata presso il P.T.R. di Montesilvano, per un periodo di tempo di mesi 6 (sei), salvo successive proroghe ai sensi del comma 4 dell’art. 191 del D.Lgs 152/06 e s.m.i. e dell’art. 52 comma 3 della L.R. Abruzzo 45/07 e s.m.i e nelle more dell’espletamento del procedimento ad evidenza pubblica per la individuazione del nuovo gestore, nei modi e termini di legge;
  • ravvisata la necessità ed urgenza di ripristinare anche il corretto smaltimento delle diverse tipologie di rifiuti come da calendario considerato che, nei giorni 15 e 16 dicembre non è stato effettuato il servizio, per cui è necessario, anche in ragione delle avversità meteorologiche di cui al provvedimento del 16 dicembre 2011 della Prefettura di Teramo, un intervento straordinario nelle prime 48 ore di raccolta su tutto il territorio comunale senza distinzione di tipologia per il ripristino del corretto conferimento;
  • atteso che, la copertura della spesa stabilita con ECOLOGICA SANGRO S.p.A.. relativa ai costi del servizio affidato con la presente ordinanza in misura di € 130,00 per abitante ed € 26.000,00 mensili per lo spazzamento, verrà assicurata con provvedimenti dirigenziali di competenza a valere sui competenti capitoli di bilancio;
  • Visto lo Statuto Comunale;
  • Visto l’art. 50 del D.Lgs 18.08.2000, n. 267 e s.m.i.;
  • Visto l’art. 191 del D.Lgs 03.04.2006, n. 152 e s.m.i.;
  • Visto l’art. 52 della L.R. Abruzzo 45/07 e s.m.i.;
  • Vista la D.G.R. n. 430 del 27.06.2011;
  • Preso atto della nota di SOGESA di cui alla premessa in fatto che precede;
  • Valutato ogni opportuno elemento

dispone

 

  • l’ordinanza n. 451/2011 in premessa è annullata

ordina

  1. la premessa è parte integrante e sostanziale del presente atto costituendone motivazione anche ai sensi di cui all’art. 3 della legge 7 agosto 1990, n. 241 e succ. modiff. ed ii.;
  2. al legale Rappresentante pro-tempore della ECOLOGICA SANGRO S.p.A. con sede in 66034 Lanciano, alla Via. S.p. Pedemontana, 10, (c.f. 01404160697) di accettare, dal giorno 17 dicembre 2011, entro le ore 14.00, il servizio di raccolta, trasporto e spazzamento dei rifiuti prodotti nel territorio del Comune di Giulianova, servizio attualmente svolto con modalità di raccolta “porta a porta” e, per la parte residua del territorio ove sono presenti case sparse, con il sistema “stradale”, con le stesse modalità già in atto, conferendo la porzione indifferenziata presso il P.T.R. di Montesilvano per il successivo avvio alle attività di trattamento, recupero e/o o smaltimento e, per le parti differenziate, nelle stesse discariche che attualmente le ricevono, autorizzando, solo per i primi due giorni di servizio, la raccolta di tutte le tipologie presenti su tutto il territorio comunale indipendentemente dal calendario e senza distinzione di tipologia, per il ripristino del corretto conferimento.

Dà atto che

 il  costo complessivo del servizio, invariato rispetto a quello già affidato come indicato nella narrativa in fatto che precede, è pari ad  € 130,00 per abitante per raccolta e trasposto laddove, per il servizio di spazzamento è pari ad € 26.000,00 mensili;

 

  • la durata della presente ordinanza è di mesi sei come sopra indicato, con obbligo di verifica trimestrale e facoltà di eventuale recesso anticipato da parte del Comune nel caso di sopravvenuti motivi di pubblico interesse, previo congruo preavviso di almeno quindici giorni. Nel caso dello spazzamento l’efficacia della presente ordinanza è limitata al periodo di tempo necessario alla individuazione di diverso soggetto.

 Prevede

  • di assicurare, nei modi e termini di legge, tutela alle maestranze attualmente impegnate nel servizio in precedenza affidato alla Ditta SOGE.SA.;
  • di completare, in ogni caso nei limiti di validità ed efficacia della presente ordinanza, l’estensione del servizio di raccolta porta a porta del vetro.
  • di dare mandato ai competenti Dirigenti di predisporre l’opportuno contratto di servizio, accessivo al presente provvedimento

 A V V E R T E

 laddove  la ECOLOGICA SANGRO S.p.A. non adempia a quanto ordinato, si porranno in atto tutte le attività e le azioni necessarie al rispetto della presente ordinanza, che riveste carattere contingibile ed urgente per le motivazioni suesposte e si procederà alla denuncia all'autorità giudiziaria ai sensi dell'art. n. 650 del Codice Penale;

  • responsabile del procedimento è l’ing. Silvio Stirparo e la documentazione, depositata presso gli Uffici del III Settore in via Piave n. 4, è consultabile negli orari di apertura al pubblico.
  • il presente atto potrà essere impugnato sotto il profilo amministrativo presso il T.A.R.  dell’Aquila entro il termine di 60 (sessanta) giorni dalla data di notifica, oppure con ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 (centoventi) giorni decorrenti dalla stessa data

 D I S P O N E

 A)             che copia della presente ordinanza venga notificata a:

 ECOLOGICA SANGRO S.p.A. con sede in 66034 Lanciano, alla Via. S.p. Pedemontana, 10, (c.f. 01404160697)

  • DECO S.p.A., con sede in via Salara, n. 14 bis- 66020 San Giovanni Teatino (CH)  c.f. 00601570757, nella persona del Legale Rappresentante pro-tempore;
  • al Dirigente della III Area in ordine alle ulteriori attività di competenza – Sede;
  • al responsabile del procedimento l’ing. Silvio Stirparo per le attività di competenza - Sede ;
  • al Dirigente dell’Ufficio di Ragioneria – Dott. Donato Simeone in ordine all’emissione dei mandati di pagamento nei termini richiesti ed alle ulteriori attività di competenza- Sede
  • al Segretario Generale – Dott.ssa Daniela Marini -  Sede

 

B)     che copia della presente ordinanza venga pubblicata all'Albo Pretorio per 30 (trenta) giorni;

 

C)     che copia della presente ordinanza venga trasmessa in ossequio a quanto previsto dall’art. 191 del D.Lgs 152/06 e s.m.i. e dall’art. 52 della L.R. Abruzzo 45/07 e s.m.i. ed entro 3 giorni dalla data della presente, ai seguenti soggetti:

  • Presidenza del Consiglio dei ministri, Piazza Colonna 370 – 00187 Roma;

Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Via Cristoforo Colombo, n. 44 – 00147 Roma;

  • Ministro della Salute, Lungotevere Ripa, 1 – 00153 Roma;
  • Ministro allo Sviluppo Economico, Via Molise, 2 – 00187 Roma;
  • Presidente della Regione Abruzzo, Via Leonardo da Vinci, 6 – 67100 L'Aquila;
  • Autorità d’Ambito per la Gestione Integrata dei Rifiuti – ATO N° 1 Teramo, Piazza Umberto I – 64016 Sant’Egidio alla Vibrata (TE);
  • Presidente della Provincia di Teramo, Via G. Milli, 2 – 64100 Teramo;
  • Giunta Regionale d’Abruzzo – Direzione Protezione Civile, Ambiente – Servizio Gestione Rifiuti, Via Passolanciano, 75 – 65100 Pescara;
  • Giunta Regionale d’Abruzzo – Direzione Politiche della Salute, Via Conte di Ruvo – 65127 Pescara;
  • Provincia di Teramo – Settore VIII – Ambiente Energia, Via G. Milli, 2 – 64100 Teramo;
  • A.S.L. di Teramo, Circ.ne Ragusa, 1 – 64100 Teramo;
  • Prefetto di Teramo, Via Luigi Vinciguerra – 64100 Teramo;
  • Comando Compagnia e Stazione dei Carabinieri di Giulianova, in via IVXX Maggio n° 53

 

D)                 la deroga, ai sensi dell’art. 191 comma 3 del D.Lgs 152/06 e s.m.i., alle seguenti norme:

- Parte quarta, Titoli I e IV, del D.Lgs 152/06 e s.m.i.;

- L.R. Abruzzo 45/07 e s.m.i., Titoli IV e IX;

- D.Lgs 163/06 e s.m.i.;

- art. 4 D.L. 138/2011.

I N C A R I C A

 - Il Messo Notificatore di provvedere alla notifica del presente atto ai vari soggetti, compresi quelli aventi sede fuori dal territorio comunale,

- il Comando della P.M. di provvedere alla verifica dell’osservanza della presente ordinanza.

 

Dalla Residenza Municipale, 16 dicembre 2011

 

                                                                                                            IL SINDACO

                                                                                              Avv. Francesco Mastromauro