Emergenza fiumi, arrivano i fondi per il Salinello e Tordino. E gli altri?

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1496

GIULIANOVA. Un impegno che costa 60.000 euro.

E’  questa la cifra stanziata dalla Regione Abruzzo per la situazione di emergenza degli argini del fiume Salinello e Tordino nel Comune di Giulianova, gravemente danneggiati  dalle alluvioni dello scorso marzo. Un impegno che il sindaco Mastromauro ha “strappato” all’assessore regionale ai Lavori pubblici, Angelo Di Paolo, grazie al quale  «la città di Giulianova ha già ottenuto in precedenza un finanziamento regionale di 100.000 euro per il ripascimento della spiaggia».

Ma  Giulianova non è la sola ad avere bisogno d’aiuto. Il rischio di idrogeologico fa tremare un po’ tutti. C’è massima allerta a Pescara  a causa del mancato dragaggio del fiume, situazioni di pericolo per l’Aterno a L’Aquila e a Città Sant’Angelo, dove i corsi d’acqua Saline e Piomba versano in condizioni drammatiche».

L’incontro di ieri conclusosi positivamente per Giulianova e sollecitato dal vice sindaco Gabriele Filipponi, ha visto la partecipazione dell’assessore regionale ai Lavori pubblici Angelo Di Paolo, del consigliere regionale Claudio Ruffini , del capogruppo Idv di Giulianova Ragni e del geometra Fabrizio Iacovoni.

 L’ area d’ intervento è la zona nord a confine tra il comune di Tortoreto e quella di Giulianova che presentava degli elementi di criticità  e di forte rischio per la popolazione che abita nei pressi dell’alveo del fiume in località villaggio Marlboro.

«Dopo l’ordinanza e la giusta iniziativa del sindaco di Giulianova Mastromauro», commenta Ruffini, «per la messa in sicurezza dell'alveo del fiume Salinello l’assessore Di Paolo oltre ad aver offerto la propria disponibilità ad un nuovo incontro proprio nell’area danneggiata dall’alluvione, al fine di verificare concretamente la necessità di nuovi interventi per il rischio idrogeologico che potrebbero essere finanziati con specifiche misure del Fas oppure attraverso il  Piano Triennale delle Opere Idrauliche,  ha praticamente “rastrellato”  i pochi fondi regionali per destinarli tutti ad un primo intervento di sistemazione degli argini del Salinello».

24/11/2011 11:19