Basket, Vasto batte Nereto 87 a 73

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2201

   

VASTO. Dal +31 (35-4) al 1° minuto del secondo quarto al +9 (64-55) del 29° minuto, poi +20 (79-59) a sei minuti dalla fine raccontano come strano possa essere stato l’andamento della gara che ha visto la BCC Vasto Basket prevalere sul Nereto Basket con un +14 (87-73) che consente alla squadra viaggiante di uscire dal PalaBCC con la testa alta. C’era da contrastare il quintetto di coach Alfredo Minora forte di un pronostico tutto a suo favore dall’alto delle cinque vittorie conquistate su altrettante gare giocate e chiudere il primo quarto sotto di 29 (33-4) con soli due canestri di Fala mentre i padroni casa andavano a referto con tutti gli uomini sul parquet, compreso il tiro dalla lunga distanza di Maggio normalmente seduto in panchina, avrebbe tagliato le gambe a chiunque vista una proiezione finale di oltre 120 punti contro neanche 20. Chiaramente ci si aspettava una reazione degli ospiti che con Pier Mario Minora, al di sotto della sua media stagionale, e con Keliauskas, che ne mette addirittura 36, non si danno per vinti, ma provano a rientrare ricucendo il grosso strappo iniziale fino al -12 (44-32) del riposo lungo, poi al -9 (64-55) ad un minuto dall’ultimo mini riposo, ma spendendo tantissimo e subendo il ritorno dei padroni di casa che chiudono con largo anticipo sul +20 (79-59) a sei minuti dalla fine. Di sicuro la gara ha presentato i tanti aspetti extra sportivi preventivati nei giorni precedenti quando si metteva in evidenza il “derby” interno alla famiglia Minora con i fratelli, uno in panchina per Vasto e l’altro in campo per Nereto, mentre il padre del coach vastese svolgeva le mansioni di accompagnatore della squadra ospite creando situazioni tanto particolari quanto complesse anche se si è trattato, a conti fatti, di giocare semplicemente una gara di pallacanestro. Di sicuro una vincitrice fin dalla prima palla a due era identificabile nella signora Minora che nella poliedrica funzione di Presidente del sodalizio, moglie del Dirigente Accompagnatore, mamma di Alfredo, allenatore seduto sulla panchina vastese e di Pier Mario con la casacca blu del Nereto chissà per chi avrà fatto tifo? Buona l’affluenza di pubblico, anche se c’era qualche timore per via del turno infrasettimanale, e solita festa nel corso del riposo lungo da parte dei giovanissimi che rappresentano il futuro di un sodalizio che, in questo primo scampolo di campionato, sta facendo la lepre seminando pian piano i tanti avversari che faticano a starle dietro. In attesa della gara di domani fra Il Globo Isernia (a 8 punti in classifica con la BCC Vasto a 12) vs l’Amatori Pescara, visti gli altri risultati, in scia si mantiene il Martinsicuro (10) che ha sconfitto il Penne, prossimo avversario dei vastesi sabato 5 alle ore 18, mentre si ferma il Campobasso (8) che perde il derby alto molisano a Ripalimosani.     

02/11/2011 9.45