Serie B. Pescara stellare e Brescia annichilito. Al Rigamonti netto 3-0

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3530

BRESCIA. Nel posticipo del lunedì sera un grande Pescara espugna 3-0 il Rigamonti di Brescia e raggiunge il quarto posto in classifica in piena zona play-off.

 Nel primo tempo doppietta di Immobile, capocannoniere del campionato con 8 centri, al 38esimo e 47esimo. Nella ripresa il sigillo finale di Insigne al 20esimo. Zeman impone la sua legge in terra lombarda a coronamento di una prova esaltante dell'undici biancazzurro, che ha rischiato qualcosa soltanto nei primi minuti di gioco. Dopo un paio di buone occasioni dei padroni di casa, solo e soltanto Pescara che ha creato un numero interminabile di occasioni da rete. Prova di carattere e sostanza dei biancazzurri che, oltre a giocare un gran ben calcio, hanno opposto aggressività, pressing alto, organizzazione ed impegno al cospetto di un Brescia mai in partita ed incapace di creare seri grattacapi alla porta di Anania soprattutto nella ripresa.

Gestione del risultato perfetta da parte del Pescara, che anche in vantaggio di 2 e 3 gol non ha mai rinunciato ad attaccare e fare gioco proprio come impone il credo calcistico di Zdenek Zeman. Brescia invece che esce ridimensionato dal match del Rigamonti. Prestazione dunque quasi perfetta da grande squadra per i ragazzi del tecnico boemo, per certi versi inaspettata dopo la brutta prova di sabato scorso in casa col Cittadella. Brescia impalpabile ed irretito dal possesso palla biancazzurro fatto di ficcanti verticalizzazioni ad innescare la velocità e la classe del tridente Sansovini-Insigne-Immobile.

Avvio di gara di marca bresciana con il Pescara piazzato male in difesa con eccessiva distanza tra i reparti. Al terzo padroni di casa ad un passo dal vantaggio con Feczesin che di prima intenzione nel cuore dell'aria di rigore sparacchia alto un grande suggerimento centrale di Juan Antonio. Al settimo ancora Feczesin viene anticipato all'ultimo da un grande ripiegamento difensivo di Romagnoli in situazione di uno contro uno con Anania.

Col passare dei minuti, complice una distanza minore tra i reparti, crescono i biancazzurri che creano diverse palle gol e blindano la propria difesa. Dopo una serie di conclusioni imprecise dalla distanza di Immobile ed Insigne, alla mezz'ora Sansovini in acrobazia esalta i riflessi di Leali che si rifugia in angolo.

Al 38esimo il vantaggio del Pescara è un gioiello di Immobile che fa tutto da solo. Riceve palla dal limite dell'area, salta con il fisico un paio di avversari e da pochi passi infila Leali in uscita. Il Brescia rimane colpito dal vantaggio pescarese e non riesce a reagire. Pochi secondi prima del duplice fischio arriva la doppietta di Immobile, che ribadisce in rete a porta vuota una precedente conclusione di Sansovini terminata sul palo. Nella ripresa ci si aspetta un Brescia determinato a ribaltare il risultato, invece sono i biancazzurri a creare i maggiori pericoli alla porta avversaria.

Al quarto d'ora Insigne, dopo aver superato il portiere, da posizione decentrata a porta sguarnita invece di concludere a rete opta per un passaggio nel mezzo con l'azione che sfuma. Al 20esimo il tris del Pescara è opera di Insigne, che lanciato in profondità dal neo-entrato Maniero insacca alla sinistra dell'incolpevole Leali.

Solo gli adriatici in campo che sfiorano il poker al 24esimo con Sansovini, che liberatosi in area di rigore prende il palo. Prima del fischio finale altra clamorosa occasione per il Pescara con Insigne, che a tu per tu con Leali si lascia ipnotizzare dal bravo portiere bresciano. Con questo successo, che mancava al Rigamonti da quasi 30 anni, il Pescara raggiunge il quarto posto solitario in classifica, in piena zona play-off, in attesa dell'importante match di sabato all'Adriatico contro l'Ascoli. Considerato il tasso tecnico ed il momento di grande crisi dei bianconeri, penalizzati ed ultimi in classifica, l'occasione è ghiotta per fare un ulteriore balzo in avanti in graduatoria. Unica nota stonata nella notte bresciana l'ammonizione a Cascione, che diffidato salterà il match con i marchigiani.

 TABELLINO

 BRESCIA (4-3-1-2): Leali; Zambelli, De Maio, Daprelà, Berardi; El Kaddouri (23'st Vass), Salamon (13'st Paghera), Budel; Juan Antonio; Feczesin (13'st Maccan), Jonathas. A disposizione: Arcari, Dallamano; Mandorlini, Scaglia. Allenatore: Scienza.

PESCARA (4-3-3): Anania; Zanon, Brosco, Romagnoli, Balzano; Togni, Cascione, Gessa (27'st Kone); Sansovini (27'st Soddimo), Insigne, Immobile (17'st Maniero). A disposizione: Pinsoglio, Bacchetti, Giacomelli, Bocchetti. Allenatore: Zeman.

ARBITRO: Nasca della sezione di Bari.

 Andrea Sacchini  18/10/2011 7.18