Bruni Vomano costretta a rinunciare alla Finale Nazionale Giovanile

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1858

MORRO D’ORO. E’ ancora festa per la conquista dello scudetto nella massima serie dell'atletica italiana della Bruni pubblicità atletica Vomano.

 

C’è già un altro impegno a carattere nazionale attende i giovani del Club del Presidente Ferruccio D'Ambrosio: la Finale A “argento” dei campionati di Società under 23.

La finale è in programma a Imola il 09 e 10 ottobre prossimi: si tratta della terza Finale Nazionale in un solo anno, cosa già avvenuta negli ultimi due anni.

Purtroppo stamane i responsabili del sodalizio morrese hanno dovuto comunicare alla federazione Italiana di atletica leggera la propria indisponibilità a disputare la finale under 23, pur occupando dopo la fase di qualificazione il secondo posto del raggruppamento: tale decisione è maturata «a causa della situazione di emergenza, dal punto di vista economico, che la squadra Campione D'Italia continua ad affrontare dallo scorso anno».
«Dobbiamo controllare le poche risorse economiche che abbiamo a disposizione, cioè quelle derivanti dal nostro main sponsor Bruni Pubblicità, non potendo contare su altri tipi di contributi, non possiamo fare diversamente e per questo motivo abbiamo rinunciato alla finale under 23», hanno detto Ferruccio D'Ambrosio e il Direttore tecnico Gabriele Di Giuseppe aggiungendo «la nostra attività, promozionale, giovanile, ma soprattutto di vertice, inizia nel mese di gennaio con le gare indoor  per  passare dal mese di aprile alle varie fasi di qualificazioni su pista, a cui si aggiungono i rispettivi campionati Italiani individuali, rassegne Internazionali, fino ad arrivare alle finali Nazionali di Club.  Nel mese di giugno abbiamo ben figurato  alla finale di Coppa Italia a Firenze contro i gruppi sportivi militari e le migliori altre tre squadre civili, la scorsa settimana abbiamo vinto lo scudetto a Borgo Valsugana, quindi possiamo ritenerci soddisfatti, anche se non nascondiamo l'amarezza per non poter prendere parte alla finale giovanile dopo averla conquistata in pista».

02/10/2010 10.30