Delfino Pescara. Zeman: «serve ancora tempo alla squadra per assimilare il 4-3-3»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3066

PESCARA. Settimana di lavoro intensa per il Pescara, che lunedì affronterà fuori casa il Brescia nel posticipo della decima giornata del campionato di serie B.

 Gli allenamenti, oggi riposo, riprenderanno martedì al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo.

La squadra di Zeman, nonostante il successo ottenuto con un gran gol di Sansovini, non ha brillato col Cittadella mettendo in luce una condizione fisica precaria dopo i 3 difficili impegni di campionato disputati nell'arco di soli 7 giorni. Fortunatamente i nove giorni che separeranno i biancazzurri dall'impegno di Brescia saranno utilissimi per ricaricare le batterie e soprattutto per ricaricare condizione atletica ed infortunati. Oltre al rientro dalla nazionale di Pinsoglio ed Insigne, infatti, il tecnico boemo potrà contare nuovamente anche su Capuano (ancora da valutare il suo infortunio alla caviglia, ndr), Zanon e Romagnoli. Quest'ultimo, in panchina col Cittadella, potrebbe ritagliarsi nuovo spazio dal primo minuto in luogo dell'ottimo Bacchetti. Sempre out Verratti: «la settimana di lavoro sarà importante per recuperare un po' di energie. È stata dura giocare senza diversi giocatori importanti, ma il campionato è lungo e sappiamo che queste cose possono succedere. Molti giocatori erano stanchi, per esempio Sansovini che ho sostituito proprio dopo il gol».

Doveroso un giudizio sulla partita vinta 1-0 col Cittadella: «volevamo vincere per questo motivo ci siamo sbilanciati. Il Cittadella ne ha approfittato ed ha creato in contropiede qualche occasione da gol. Soprattutto nel primo tempo abbiamo sbagliato molto nell'ultimo passaggio, consentendo più volte al Cittadella di ripartire in contropiede».

«Nel complesso però penso che il Pescara abbia giocato una buona partita» – prosegue Zdenek Zeman – «poi è chiaro che gli errori sono stati molti più del solito e dobbiamo migliorare da questo punto di vista. Ho visto la giusta mentalità soprattutto in attacco, dove il Pescara ha giocato mentre il Cittadella ha creato occasioni da gol. Abbiamo cercato di fare la partita ma è chiaro che in campo ci sono anche gli avversari».

Il successo sul Cittadella ha portato i biancazzurri a 16 punti, in piena zona play-off: «abbiamo iniziato bene questo campionato, considerando anche che il 4-3-3 non era nel dna di questa squadra ed i giocatori hanno bisogno di capire ancora bene il nuovo modulo. Serve tempo ancora ma siamo sulla buona strada».

«Ora arriveranno partite difficili per noi» – conclude il tecnico boemo – «ma ogni avversario è insidioso. Ogni partita inizia da 0-0 e l'augurio è che la squadra trovi ulteriori energie e concentrazione dal fatto di giocare contro avversari quotati ed importanti almeno sulla carta».

 Andrea Sacchini  10/10/2011 7.12