Serie B. Punto prezioso del Pescara che esce indenne 1-1 da Sassuolo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2518

SASSUOLO. Il Pescara fa 1-1 a Sassuolo e conquista in extremis il primo pareggio stagionale.

Vantaggio dei padroni di casa dopo appena 20 secondi di gioco con Marchi. Pareggio dei biancazzurri al 38esimo del secondo tempo con un autogol di Masucci su cross di Gessa.

Verdetto del campo tutto sommato giusto, con il Pescara che non ha brillato per gioco ed occasioni da gol create ma che ha messo in mostra grandi qualità caratteriali.

Nel complesso gara dai 2 volti per l'undici di Zdenek Zeman, sicuramente più determinato e compatto rispetto le trasferte di Reggio Calabria e Castellammare di Stabia. Primo tempo positivo per occasioni da gol create e per fluidità della manovra, nonostante la doccia fredda del vantaggio dei neroverdi al primo minuto. Nel secondo tempo, col passare dei minuti complice anche la stanchezza, il Pescara ha ceduto il pallino del gioco al Sassuolo che, dopo aver fallito un paio di occasioni per chiudere la partita, ha subito il punto del pari a pochi minuti dalla fine.

Avvio choc per gli uomini di Zeman, già in svantaggio dopo neanche 20 secondi di gioco. Marchi è il più lesto a finalizzare una bella azione corale del Sassuolo. Gravi nella circostanza le disattenzioni della retroguardia abruzzese. Risposta immediata del Pescara all'ottavo con Giacomelli, che di un nulla non inquadra lo specchio della porta su bel cross dalla destra di Zanon. Al quarto d'ora ci prova Konè con palla troppo schiacchiata sul fondo. Al 16esimo colossale palla gol per i biancazzurri con Cascione, che sugli sviluppi di un calcio d'angolo incorna verso la porta del Sassuolo. Decisivo il salvataggio sulla linea di Boakye. Al 23esimo altra occasione per il Pescara con Immobile che da 2 passi di testa ha spedito il pallone sul fondo. Alla mezz'ora grande chance per il Sassuolo in contropiede, con Anania determinante in uscita su Boakye. 2 minuti dopo Magnanelli, a tu per tu con il portiere adriatico, perde l'attimo del tiro e si lascia ipnotizzare da Anania.

Nella ripresa, con il Pescara stanco per lo sforzo profuso nel primo tempo, parte molto meglio il Sassuolo. Al terzo Anania è semplicemente strepitoso nel dire no di piede a Sansone, lanciato a tu per tu col portiere. Al sesto Magnanelli dal limite non inquadra di un nulla lo specchio della porta.

Dopo un tentativo velleitario di Cascione dalla distanza, al 25esimo traversa del Pescara su tiro-cross di Zanon.

Al 38esimo il pareggio dei biancazzurri con l'autogol di Masucci, che infila nella sua rete un cross di Gessa dalla destra.

Prima del triplice fischio occasione per i padroni di casa con una conclusione ravvicinata di Piccioni con palla alta.

Con questo punto il Pescara è salito a quota 13 in tranquilla zona di classifica a ridosso della zona play-off. Segnali positivi dalla trasferta di Sassuolo che, oltre al punto, ha visto una squadra maggiormente compatta e determinata rispetto le ultime uscite lontane dallo stadio Adriatico. Sabato si torna in campo, ore 18.00 ed il Pescara in anticipo ospiterà il Cittadella. L'occasione è ghiotta per far propria l'intera posta in palio e proseguire con l'imbattibilità casalinga ed il filotto consecutivo di vittorie ora a 3. Mancheranno però diversi giocatori, su tutti Pinsoglio, Capuano ed Insigne. Da valutare Romagnoli e Verratti.

 TABELLINO

 SASSUOLO (4-3-3): Pomini; Longhi, Marzoratti, Piccioni, Laverone; Cofie, Magnanelli, Bianchi (35'st Noselli); Boakye (20'st Masucci), Marchi, Sansone. A disposizione: Bassi, Vaccari, Bianco, Cappelletti, Falcinelli. Allenatore: Pea.

PESCARA (4-3-3): Anania; Zanon, Bacchetti, Brosco, Petterini; Gessa, Kone (36'st Soddimo), Cascione; Immobile, Giacomelli (22'st Maniero), Sansovini. A disposizione: Cattenari, Balzano, Bocchetti, Nicco. Allenatore: Zeman.

ARBITRO: Ostinelli della sezione di Como.

 Andrea Sacchini  06/10/2011 7.16