Sulmona, nella città di Ovidio finale nazionale di atletica leggera

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2434

SULMONA.  Si terrà a Sulmona il 24 ed il 25 settembre la finale nazionale di atletica leggera.

La cittadina abruzzese scelta per la prima volta come teatro della finale d’oro accoglierà le 25 formazioni classificate (12 maschili e 13 femminili) per un totale di 700 atleti che si contenderanno  il titolo di campione d’Italia 2011.  L’evento  patrocinato dalla Regione, Provincia dell’Aquila, Comune di Sulmona e sponsorizzato da società sportive è stato affidato dalla federazione italiana di atletica leggera (Fidal) direttamente all’associazione sportiva sulmonese, l’ Asd Amatori Serafini. «L’associazione sportiva Amatori Atletica Serafini», ha sottolineato il presidente del comitato provinciale del Coni L’Aquila, Luciano Perazza, «da sempre si impegna nella promozione dello sport e nella cura dei giovani. Lo sport infatti salva i giovani, a cominciare dalle scuole».  Si partirà questa sera alle ore 18.00 con una sfilata delle rappresentanza delle 25 squadre lungo il centro storico della città, animata dagli studenti del liceo scientifico e alla presenza del vescovo  Angelo Spina che benedirà i presenti alla rotonda di San Francesco della Scarpa.  Al termine della sfilata ci sarà un rinfresco al centro storico commerciale di Sulmona ed in serata  la conviviale del Panthlon International Club di Sulmona nei locali dell’Hotel Meeting. Ospite d’onore il campione mondiale di salti con l’asta Giuseppe Gibilisco. Domani e domenica, invece, si darà il via alle gare.

«Con orgoglio ospitiamo a Sulmona un grande evento dello sport»,  ha commentato il sindaco Fabio Federico, «che proietterà al livello nazionale la nostra immagine così come è avvenuto per la visita del Papa dello scorso anno, anche in questa occasione cerchiamo di far entrare conoscere Sulmona al mondo. Infatti queste manifestazioni sono importanti dal punto di vista culturale, sociale e anche economico, innescando un processo virtuoso che è il turismo dello sport».

m.b.  24/09/2011 8.44