Serie B. Il Pescara scippato a Modena. 3-2 per i canarini

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3771

MODENA. Il Pescara perde 3-2 a Modena in una partita rocambolesca viziata da diversi errori del direttore di gara Viti di Campobasso.

 Nel primo tempo biancazzurri in vantaggio con Immobile al minuto 13 e pareggio di Greco al 36esimo. Nella ripresa al 12esimo nuovamente Pescara in avanti con Insigne, poi i gol dei canarini di De Vitis e Gilioli rispettivamente al 25esimo e 45esimo.

Un vero e proprio furto, con il Pescara in grande forma che avrebbe meritato l'intera posta in palio per quanto fatto vedere nei 90 minuti di gioco al cospetto di un Modena alquanto modesto ed incapace, sviste arbitrali a parte, di creare seri grattacapi alla retroguardia abruzzese. Una sconfitta, quella di Modena, talmente rocambolesca e scandalosa che riaccende tutti i timori di inizio stagione circa i rapporti non certo idilliaci tra Zeman ed il “Palazzo” del calcio. Ciò che si è visto al Braglia va al di là di normali errori dell'arbitro. 2 espulsioni, incredibile la prima con l'estremo difensore biancazzurro Anania che nettamente fuori area in uscita tocca il pallone con il petto pieno, ed un rigore clamoroso negato a Ciro Immobile sul risultato di 1-1. Episodi decisivi senza i quali il Modena con ogni probabilità non sarebbe mai riuscito ad ottenere i 3 punti. Tutto ciò senza dimenticare l'intera direzione di Viti di Campobasso, quasi scientifica a senso unico sempre e contro l'undici di Zeman.

Perdere così fa male anche perché, ai punti e per il gioco espresso, il Pescara ha dimostrato di essere nettamente superiore a questo Modena, fino a ieri fermo a quota 0 in classifica.

Scandalo arbitrale a parte i biancazzurri tornano da Modena con diverse certezze, soprattutto dalla metà campo in su. Gioco fluido e manovra rapida, nonostante l'intera partita giocata in inferiorità numerica, buon fraseggio e verticalizzazioni ficcanti e pericolose.

Avvio di gara di chiara marca biancazzurra. Al nono prima conclusione piuttosto velleitaria dalla distanza di Petterini con pallone abbondantemente alto. Al 13esimo Pescara in vantaggio. Dal vertice destro dell'aria di rigore gran suggerimento di Verratti nel mezzo per Immobile che in acrobazia insacca alle spalle del portiere modenese.

Al 20esimo il primo incredibile episodio che cambia l'inerzia della partita. Cartellino rosso per Anania reo in uscita di aver toccato con la mano (petto pieno, ndr) il pallone. Fuori Sansovini dentro il terzo portiere Cappa, all'esordio con la maglia del Pescara.

Nonostante l'inferiorità numerica sono gli ospiti che per gioco ed azioni da gol a creare i maggiori pericoli. Al 35esimo Immobile ci prova dal limite con palla di pochissimo sul fondo.

Un minuto dopo il pareggio del Modena con Greco, che in contropiede insacca a porta vuota sfruttando centralmente un assist perfetto di Gilioli su precedente errore grave in disimpegno di Romagnoli.

Prima del riposo altra nitida palla gol per gli abruzzesi. Giocata a 2 prolungata Insigne-Immobile con il primo dei 2 che a tu per tu col portiere modenese spara sulla traversa. Sfortunato e impreciso in questa occasione l'ex attaccante del Foggia, che pochi minuti dopo ancora servito da Immobile conclude debole e centrale da posizione più che privilegiata.

Nella ripresa al sesto palo di Gilioli appostato nel cuore dell'area di rigore pescarese. 2 minuti dopo clamoroso rigore negato a Immobile falciato dal centrale difensivo del Modena.

Al 12esimo il Pescara raddoppia. Gran conclusione dal limite di Immobile, sulla respinta di Caglioni si avventa come un falco Insigne che di prima intenzione da 2 passi insacca.

Al 25esimo il pareggio dei canarini. De Vitis di testa realizza. Nell'occasione colpevole Cappa.

Al 40esimo altro cartellino rosso per il Pescara, con l'ingenuo Verratti che finisce sotto la doccia per un fallo a centrocampo da dietro.

Al 45esimo il gol del definitivo 3-2 gialloblù con Dalla Bona, che da buona posizione insacca in diagonale alle spalle dell'incolpevole Cappa.

Con questa sconfitta i biancazzurri restano a quota 6 in classifica. Sabato match interno all'Adriatico con il Crotone.

 TABELLINO

 MODENA (4-3-1-2): Caglioni, Perna, Milani, Carini, Rullo (36'st Carraro), Dalla Bona, Giampà, Spezzani (13'st De Vitis), Di Gennaro (26'pt Gilioli), Bernacci, Greco. A disposizione: Guardalben, Bassoli, Diagouraga, Ciaramitaro. Allenatore: Bergodi.

PESCARA (4-3-3): Anania; Zanon, Petterini, Romagnoli, Brosco; Gessa (13'st Nicco), Cascione, Verratti; Sansovini (22'pt Cappa), Immobile (13'st Balzano), Insigne. A disposizione: Togni, Bacchetti, Maniero, Giacomelli. Allenatore: Zeman.

ARBITRO: Viti della sezione di Campobasso.

 Andrea Sacchini  05/09/2011 11.04