Pescasseroli: decima edizione della manifestazione salva-tratturi.

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3361

PESCASSEROLI. Il percorso si snoderà tra l’Abruzzo alla Puglia

 Si chiama “Settembre andiamo, è tempo di migrare” ed è l’appuntamento che anche quest’anno riunirà gli sportivi italiani in un percorso campestre dall’Abruzzo alla Puglia, dal 4 al 10 settembre.

L’evento, giunto alla sua decima edizione, vuole riportare alla luce le bellezze paesaggistiche nostrane ma soprattutto mira a salvare i tratturi ( noti sentieri erbosi battuti da pastori durante la transumanza), dallo scempio urbanistico e dagli abusi edilizi che li hanno trasformati in strade e terreni edificabili o discariche.

E’ per questo che i partecipanti affronteranno un itinerario (trekking a cavallo in mountain bike e a piedi), proprio lungo le vie verdi della transumanza (tratturo Pescasseroli – Candela), lungo 211 km, attraversando le province de L’Aquila, Isernia, Campobasso, Benevento, Avellino e Foggia .

La manifestazione, promossa e organizzata dal comitato interterritoriale Us Acli Abruzzo,Molise, Campania e Puglia con il patrocinio e la collaborazione di regioni, province enti locali, Ente Parco e banche, partirà sabato 3 settembre da Pescasseroli.

Qui si darà il via ad attività ecosportive e si terrà, dalle ore 11.00 alle ore 13.00, presso il municipio, la manifestazione nazionale Us Acli sul progetto di riconoscimento da parte dell’Unesco dei tratturi e della civiltà della transumanza, come patrimonio mondiale dell’umanità.

«A tale proposito è bene ricordare», dicono gli organizzatori, «che Pescasseroli, sede del parco nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise, ha dato i natali al grande filosofo nonché ministro della pubblica istruzione Benedetto Croce che nel 1922 fece approvare la legge sulla tutela del paesaggio. Inoltre, recentemente, al professore Salvatore Settis è stato assegnato il premio Benedetto Croce per il libro Paesaggio Costituzione Cemento. E non è un caso che la Chiesa italiana a fronte dell’emergenza ambientale, dal 2006 ha indetto, a partire dal 1 settembre di ogni anno, la Giornata per la salvaguardia del Creato che quest’anno ha come tema In una terra ospitale, educhiamo all’accoglienza.

La settimana sportiva prevede anche un fitto calendario di incontri sull’ambiente, lo sport, il turismo, l’agricoltura, la biodiversita, lo sviluppo sostenibile, le professioni, il lavoro nel turismo sportivo, le tradizioni popolari, i giochi popolari, gli antichi mestieri, le modalità della transumanza; i prodotti tipici saranno oggetto di serate, appuntamenti culturali, folkloristici ed enogastronomici.

Si dice soddisfatta la Us Acli Abruzzo che commenta così l’evento: « la manifestazione nel decennio trascorso ha riscosso un notevole successo ed ha consentito la costruzione di atteggiamenti positivi di cittadini singoli e associati, di larga parte di amministratori pubblici, di enti ed istituzioni nei confronti della tutela e valorizzazione dei tratturi e della civiltà della transumanza come bene comune e risorsa per lo sviluppo sociale ed economico delle comunità locali».

m.b.  02/09/2011 11.21