Delfino Pescara. Di Francesco: «stiamo lavorando bene»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1972

 PESCARA. Il Pescara ha ripreso ieri gli allenamenti in vista del match di sabato sul campo dell'AlbinoLeffe.

 

 

Per l'occasione il tecnico Di Francesco dovrebbe confermare in blocco lo stesso undici che ha meritatamente superato il Torino nell'ultimo turno di campionato.

Con i granata, al termine di un discreto primo tempo, il Pescara è cresciuto nella ripresa coniugando perfettamente massima attenzione in difesa a veloci e ficcanti contropiedi.

«Meglio certamente il secondo tempo» – racconta Eusebio Di Francesco – «ma anche il primo mi è piaciuto per ordine ed intelligenza tattica. Non abbiamo rischiato nulla aspettando il momento opportuno per colpire. Nella ripresa con un po' di fortuna abbiamo subito sbloccato la partita e da lì la partita è ovviamente cambiata».

«Abbiamo fatto le giocate giuste» – prosegue il tecnico biancazzurro – «rimanendo aggressivi e concentrati fino alla fine concedendo davvero nulla al Torino che punta alla serie A. Loro hanno giocato lontano dalla nostra porta. Noi siamo stati bravi ad aggredire alti in modo da poter far ripartire subito l'azione offensiva».

Dopo aver subito diversi gol su palle inattive, col Torino i biancazzurri hanno fatto propria l'intera posta in palio proprio grazie a 2 calci piazzati: «avevo chiesto massima attenzione e concentrazione per tutta la partita. Ci siamo allenati molto da questo punto di vista in settimana e i risultati si sono visti. È la seconda partita che siamo in vantaggio, questa volta siamo riusciti a mantenere fino alla fine il vantaggio. Bene ogni cosa, ma mi aspettavo qualcosa del genere».

«Ciò nonostante non significa che non possiamo migliorare» – va avanti Di Francesco – «dobbiamo essere più determinati e cattivi sotto porta. Come ci è spesso capitato abbiamo fallito diverse favorevoli occasioni per chiudere la partita».

Sabato è in programma lo scontro diretto con l'AlbinoLeffe: «faremo la nostra partita con grande attenzione e concentrazione. Li abbiamo già affrontati in Coppa Italia e certamente sarà diverso il nostro atteggiamento nei confronti della partita».

«Certamente 3 punti sarebbero importanti per la classifica e per il morale» – conclude il tecnico pescarese – «perché ti permettono di poter guardare al futuro con maggiore serenità e consapevolezza dei nostri mezzi».

 Andrea Sacchini  28/09/2010 8.12