Serie B. Un Pescara travolgente schianta 2-0 il Torino all'Adriatico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3075

PESCARA. Il Pescara supera all'Adriatico 2-0 il Torino e conquista il primo successo stagionale.

Le reti tutte nella ripresa dopo un primo tempo avaro di particolari azioni da gol. Vantaggio al primo con Soddimo e raddoppio all'11esimo con Cascione.

Risultato giustissimo per i valori tecnici espressi in campo con il Pescara padrone del gioco e capace di creare diversi pericoli alla retroguardia piemontese.

Secondo tempo magistrale dei biancazzurri per grinta e carattere, con trame di gioco interessanti che hanno messo in ginocchio il più quotato undici granata.

Prova tatticamente impeccabile della formazione scelta da Di Francesco, che ha rischiato poco o nulla sulle ripartenze del Torino. Tanta attenzione in fase difensiva con grande capacità di ripartire in contropiede con precisione e rapidità. Grande merito va dato al nuovo modulo 4-4-1-1, già utilizzato a Varese, che ha saputo coniugare equilibrio tattico e grande pericolosità in avanti.

Da rimarcare ancora una volta la prestazione eccellente di Soddimo, devastante quando si trova ad agire tra le linee di centrocampo e attacco. Ottima anche la prova di Cascione in regia ed ovviamente l'affiatamento ritrovato della linea a quattro di difesa. Attento come al solito Pinna nelle rare occasioni in cui è stato chiamato in causa. Grande lavoro di sostanza invece per Sansovini, costretto spesso a lottare da solo contro i possenti centrali granata.

Avvio di gara equilibrato con entrambe le squadre attente più alla fase difensiva. Niente da registrare fino al minuto 17 quando una bella combinazione Bianchi-Lazarevic mette in crisi la difesa pescarese, cross sul secondo palo ma nessuno è pronto per il colpo vincente.

2 minuti dopo bella conclusione di Soddimo da posizione più che privilegiata con pallone di pochissimo sul fondo.

Alla mezz'ora primo intervento di Pinna che sventa la minaccia ravvicinata portata da Lazarevic. Passa un minuto ed il Toro sui piedi di Sgrigna ha la più ghiotta occasione per andare in vantaggio. L'ex attaccante del Vicenza prova il pallonetto ma il Pinna dell'ultimo periodo è insuperabile. Nel finale conclusione insidiosa di Sansovini che termina alta.

Nella ripresa è tutto un altro Pescara e dopo appena 60 secondi Soddimo inventa il punto dell'1-0. Sugli sviluppi di un corner l'ex esterno della Sampdoria con un esterno-tacco anticipa tutti sul primo palo. È la magia che scioglie i biancazzurri a livello sia fisico sia soprattutto mentale.

Al 50esimo prova il Toro a reagire ma la punizione di Garofalo termina sul fondo. Un minuto dopo bella azione dei pescaresi con Bonanni che rifinisce per Sansovini che da due passi manda la sfera clamorosamente sul fondo.

E segno che il Pescara c'è e raddoppia al 55esimo ancora sugli sviluppi di un corner questa volta con Cascione che di testa con l'involontario aiuto di Garofalo insacca. Passano 3 minuti e Soddimo di testa in beata solitudine non inquadra lo specchio della porta.

Al 70esimo tentativo velleitario di Bianchi in acrobazia ma sul capovolgimento di fronte nel cuore dell'area di rigore Bonanni alza troppo la mira in corsa servito da Gessa. Nel finale Di Cesare per il Torino e Mazzotta per i biancazzurri sfiorano altre marcature.

Con questo successo il Pescara aggiunge 3 punti pesantissimi alla propria classifica. Una vittoria che fa morale al cospetto di una delle compagini meglio attrezzate per il salto diretto di categoria. Domenica per i biancazzurri difficile trasferta sul campo dell'AlbinoLeffe, dove il Pescara negli ultimi anni ha sempre perso.

TABELLINO

PESCARA (4-4-1-1): Pinna; Petterini, Mengoni, Sembroni, Zanon; Bonanni (39'st Mazzotta), Cascione, Tognozzi, Gessa; Soddimo (34'st Verratti); Sansovini (25'st Ganci). A disposizione: Bartoletti, Alcibiade, Nicco, Maniero. Allenatore: Di Francesco.

TORINO (4-2-3-1): Rubinho; D'Ambrosio, Di Cesare, Ogbonna, Garofalo; De Feudis (35'st Zanetti), De Vezze; Lazarevic, Iunco (1'st Pellicori), Sgrigna (27'st Stevanonic); Bianchi. A disposizione: Bassi, Filipe, Pratali, Obodo. Allenatore: Lerda.

ARBITRO: Candussio della sezione di Cervignano.

 Andrea Sacchini  25/09/2010 17.50