Domenica a Scoppito l'addio al calcio giocato di Renato Greco

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3492

SCOPPITO. Sembrava non volesse smettere mai, invece anche per lui è arrivato il momento di dire addio al calcio giocato.

Renato Greco, attaccante classe 1969, vent’anni in giro per gli stadi, quasi tutti del centro-sud, saluterà ex compagni di squadra, allenatori e vecchi amici domenica 1 luglio alle 17.30 allo stadio ‘Comunale’ di Scoppito (L’Aquila).

Insieme a Greco scenderanno in campo, fra gli altri, l’ex attaccante di Pescara, Lecce, Udinese e Vicenza, Massimo Margiotta, Mario Alfieri, ex Savoia e Empoli, Massimo Campo, ex Reggina, Massimo Mezzini, secondo di Pasquale Marino all’Udinese, Emilio Longo, allenatore della Pro Patria, Alessandro Del Grosso, ex Francavilla, Avezzano, Salernitana, Lecce, Napoli e Catania, Roberto De Zerbi, ex Foggia, ora al Cluj, formazione romena con cui ha disputato la Champions League, Ciro De Cesare, che con il Chievo Verona ha conquistato dieci anni fa la massima serie. Greco, che a inizio carriera ha militato nelle file del Pizzoli, comune dell’Aquilano dove oggi vive con la moglie e i tre figli, ha giocato nei professionisti con Sassari Torres, Pescara, Salernitana, Lecce, Monza, Savoia, Vis Pesaro, Foggia, Cremonese e Nocerina, conquistando una promozione nel 1993 dall’Interregionale alla C2 (oggi serie D e Lega Pro) con la Sassari Torres (suo il gol vittoria al ‘Flaminio’ di Roma nel 2 a 1 sull’Aquila Calcio), una promozione in serie A con la Salernitana nel 1998 e vincendo due campionati di seguito con il Foggia, centrando con i rossoneri pugliesi C2 e C1 nel 2003 e nel 2004.

Greco ha da poco ottenuto la gestione del settore giovanile dell'Amiternina, la società di Scoppito fresca vincitrice del

02/07/2011 11.14