Presidente L’Aquila Rugby riconsegna la squadra al sindaco

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2774

L'AQUILA. Il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente e il vice sindaco e assessore allo sport Giampaolo Arduini hanno ricevuto oggi, in Comune, il presidente dell’Aquila Rugby Romano Marinelli per verificare la situazione della squadra.

 «Alla luce di quanto esposto dal presidente della società nero verde - hanno dichiarato il sindaco e l’assessore - da quanto scaturito dagli incontri avuti precedentemente, è emersa la difficoltà dell’attuale dirigenza a poter procedere nella conduzione della società stessa».

Soprattutto in riferimento alle proposte ricevute fino ad oggi dal gruppo Navarra non sono emersi elementi sufficienti a consentire il passaggio delle quote societarie.

«Poiché L’Aquila Rugby è patrimonio storico della città dell’Aquila e in ragione delle difficoltà in cui versa attualmente la società, appare oltremodo necessario - proseguono Cialente e Arduini - un coinvolgimento totale degli aquilani e di tutti coloro che si sentono vicini e partecipi, in particolare delle forze produttive e imprenditoriali da cui ci aspettiamo attenzione e partecipazione».

Nei prossimi giorni il Comune ascolterà queste realtà, «tenuto conto», ha detto il primo cittadino, «che l’attuale dirigenza dell’Aquila rugby, e in particolare Marinelli, hanno assolto con impegno, serietà e competenza ogni impegno utile per la sopravvivenza di questo glorioso club». L’amministrazione comunale ritiene, pertanto, che occorre proseguire su questa strada perché la società possa continuare ad essere il punto di riferimento di uno sport a cui L’Aquila è legata per storia e tradizione.

La squadra ha rafforzato, ancor di più dopo il sisma il suo valore simbolico.

Il 6 aprile Mascioletti e i suoi ragazzi erano in prima linea per soccorrere le tante persone in difficoltà e subiscono la drammatica scomparsa di Ciccio Sebastiani. Nonostante i tanti problemi la squadra torna in campo e perde ancora una volta la finale per la promozione nel super 10. Anche questa volta sul terreno del Flaminio, ma contro i Cavalieri di Prato che la spuntano ai supplementari.
Nonostante l'ennesima cocente delusione in estate la buona notizia. Si ritorna nel super 10 al posto della Capitolina Roma che decide di non iscriversi al massimo campionato.
Il ritorno nell'elite del rugby italiano non è certo dei più semplici per L'Aquila rugby. Costretta ad emigrare per gli allenamenti prima a rocca di Mezzo e poi ad Avezzano, viene traumatizzata dalla grave malattia che colpisce Massimo Mascioletti. La squadra e lo staff tecnico riescono comunque a centrare l'ottavo posta ed una salvezza senza grandi affanni.  
La stagione successiva, iniziata con ritardo rispetto alle altre contendenti, a causa di problemi economici ed organizzativi, si chiuderà con la nona posizione, conquistata da un gruppo giovane e ben allenato da Massimo Di Marco.

Oggi un nuovo momento difficile ma al tempo stesso la voglia di andare avanti e vincere anche questa partita.

01/07/2011 14.14