? Torna la Marcialonga notturna a Scafa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4093

.

SCAFA. Sarà dedicato a Luigi Sansovini, l’ex sindaco di Scafa scomparso prematuramente un anno fa, la quarta Marcialonga in Notturna Trofeo Italcementi di sabato 2 luglio.

«E' un atto dovuto, che vuole mantenere vivo il ricordo di una persona sempre attiva e disponibile con i suoi concittadini sia nella vita pubblica che privata», hanno detto i componenti del circolo Free Time, organizzatori dell'evento.

La gara si aprirà alle 20 con la partenza da piazza Matteotti della gara promozionale giovanile, con bambini e ragazzi fino all’età di quindici anni.

Gli adulti, invece, potranno scegliere tra tre diverse tipologie di competizioni, con partenza alle ore 20.30: la ‘passeggiata ecologica’ di 5 chilometri, riservata a coloro che vogliono semplicemente fare una camminata per le vie del paese e attraversare la cementeria, compresa nel percorso; la ‘gara competitiva’ di undici chilometri, aperta ai tesserati con associazioni podistiche e valida per il campionato regionale; e, infine, la ‘gara non competitiva’ sempre di undici chilometri.

Saranno a disposizione anche due ambulanze e una scorta tecnica che si muoverà su un quod. «Oltre al Trofeo Sansovini – ha aggiunto il Circolo Free Time -, ci sarà anche un rimborso spese pari a 150, 100 e 75 euro per i primi tre classificati in assoluto, e ancora pacchi gara per i primi 400 iscritti alle gare».

«Nel corso di dieci anni di attività del circolo Free Time – hanno continuato gli organizzatori -, sono state diverse le iniziative promosse dai nostri associati: tornei di calcetto, campionato di calcetto della Comunità Montana, campionato di calcio A5, tornei di tennis, di pallavolo femminile e di biliardo. E non solo in ambito sportivo, basti pensare ai corsi di lingua inglese, alle rappresentazioni teatrali a scopo benefico, alle funzioni religiose celebrate nella nostra struttura e al coinvolgimento delle scuole negli spettacoli. Siamo convinti, infatti, che la voglia di fare e il buon lavoro di squadra siano gli elementi essenziali per la crescita di una comunità. In tale prospettiva, abbiamo messo in cantiere dei progetti di potenziamento della struttura del circolo in modo da offrire servizi migliori a tutti i soci. Per i prossimi dieci anni, il nostro obiettivo sarà fare di più e meglio rispetto al presente».

23/06/2011 10.17