L’abruzzese Paolo Nicolai numero uno del beach volley ai mondiali di Roma

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5884

.

ORTONA. Si chiama Paolo Nicolai ed è lui il giovane pallavolista abruzzese che sta gareggiando ai Mondiali di beach volley di Roma, in corso dal 13 al 19 giugno al Foro Italico

Ed i primi successi sono già arrivati. Il duo Nicolai – Martino, inserito nel girone L, ha sconfitto i lituani Samoilovs – Sorokins dopo tre set. Una  vittoria che, oltre a consacrare Nicolai all’ennesimo successo, è un trampolino di lancio in vista delle qualificazioni alle Olimpiadi di Londra 2012.

A soli 19 anni Nicolai, nato a Ortona, è salito sul podio dei campionati mondiali di beach volley conquistandosi il titolo, insieme al suo compagno di squadra Francesco Giontella, di campione del mondo di beach volley under 21.

 Risale al  2007 la sua prima vittoria ai campionati mondiali che si sono tenuti a Modena, finale vinta contro la coppia spagnola Gavira-Fernández.

 Solo un anno dopo, 2008, si è riconfermato campione sempre in coppia con Giontella, a Brighton, dove è stato premiato come miglior muro della manifestazione.

 Nel gennaio 2009, al termine della sua avventura con Giontella per Nicolai si apre una nuova stagione.  

E’ stato affiancato prima a Matteo Varnier, esperto beacher già in coppia con Riccardo Lione conquistando altri traguardi: un quinto posto nell’Open del maggio scorso giocato in casa, un altro quinto piazzamento nel “German Master” di Berlino (European Championship Tour Cev) ed il titolo nazionale (il terzo per Matteo e il primo per Paolo).

Poi, è la volta per il giovane talento di  prepararsi ai mondiali di beach volley 2011 al Foro Italico di Roma.  Questa volta al fianco del compagno di squadra Martino.

Al momento i due beacher impegnati a Roma nella preparazione della loro stagione agonistica, hanno raccontato al sito www.beachvolleyroma.com le speranze per quella che Nicolai definisce «una stagione che si preannuncia importante e ricca d’impegni», in quanto questi campionati potrebbero aprirgli  le porte per le Olimpiadi di Londra 2012.

 Marirosa Barbieri  14/06/2011 15.40