39^ Interamnia World Cup: dall’Europa vecchi amici e nuovi arrivi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3311

.

TERAMO. Archiviata la seconda edizione del Premio “Altri Campioni”, riprende a pieno ritmo il lavoro organizzativo dell’Interamnia World Cup, che si svolgerà a Teramo dal 4 al 10 luglio prossimi.

È veramente l’edizione dei record, questa del 2011, per il torneo internazionale di pallamano giovanile, con il continente europeo che conferma la massiccia partecipazione, aumentando la sua presenza come non mai: 146 squadre di 32 nazioni, per un totale di oltre 3.000 atleti.

Il primato è della Danimarca, con 515 persone divise in 23 squadre maschili e 20 femminili, che si colloca al secondo posto della classifica generale della Coppa, con 1242 compagini, fino ad oggi, seguita a ruota dalla Polonia che, in 31 anni, ha partecipato con 452 compagini e alla 39esima edizione sarà presente con 18 squadre.

18 squadre anche per l’Italia, mentre è la penisola balcanica ad essere maggiormente rappresentata, con ben otto nazioni.

Tra i “vecchi” amici della Coppa, ormai habitué della kermesse teramana, come le formazioni nordeuropee e quelle dei paesi dell’est e dell’ex URSS, c’è da segnalare la “new entry” del Lussemburgo, che partecipa per la prima volta al torneo con una squadra studentesca del Licée Aline Mayrisch.

Torneranno per il secondo anno consecutivo, invece, le rappresentative di Andorra, Estonia e Moldavia che, entusiaste per l’accoglienza loro riservata, hanno espresso il desiderio di poter essere nuovamente ospitate nei Comuni con cui, nella scorsa edizione, sono stati avviati rapporti di amicizia e create le premesse per un vero e proprio gemellaggio. In particolare, lo scorso anno Andorra fu accolta nel Comune di Pietracamela, l’Estonia in quello di S. Egidio alla Vibrata e la Moldavia a Rocca S. Maria.

Queste relazioni, secondo gli organizzatori dell’Interamnia World Cup, sono la vera conferma del successo della manifestazione e della formula che prevede il pieno coinvolgimento dei Comuni della provincia teramana; si vanno, quindi, intensificando gli incontri interlocutori e i sopralluoghi organizzativi, per riuscire a riproporre le collaborazioni territoriali nonostante, notano i sindaci, la pesante crisi in cui versano le amministrazioni locali.

Massiccia partecipazione europea anche sul fronte dei giudici di gara: sono 30 gli arbitri che hanno assicurato l’adesione alla 39^ Interamnia World Cup, di cui 2 della Bosnia, 2 della Bulgaria, 4 da Cipro, 2 dalla Danimarca, 3 dalla Francia, 2 dalla Norvegia, 4 dalla Polonia, 2 dalla Rep. Ceca, 4 dalla Slovacchia, 1 dalla Svezia e 2 dall’Ungheria.

 11/06/2011 10.50