La Daf si arrende alla Marca, sfuma la finale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2933

MONTESILVANO. Termina la corsa scudetto della Daf Montesilvano  che vede le sue speranze di difendere il tricolore infrangersi al Palamazzalovo di Montebelluna.

Chiude così la sua stagione in semifinale, dopo aver centrato l’impresa più grande, mettendo in bacheca la Uefa Futsal Cup.Gara equilibrata tra le due contendenti, inizialmente piuttosto bloccate.

Come era nelle previsioni della vigilia, un qualsiasi dettaglio avrebbe potuto condizionare l’incontro, e con tutta probabilità la prima a segnare avrebbe poi avuto la meglio, sfruttando questo vantaggio nel prosieguo del match. E così è stato.

Dopo il primo guizzo della Marca opera di Bertoni, ma arginato da Mammarella di piede, al 3’ arriva la grande occasione per il Montesilvano. Colini sfrutta egregiamente uno schema d’angolo: dentro Cuzzolino che serve alla perfezione Calderolli, altrettanto preciso nel trovare un varco, che però viene prontamente chiuso da Bertoni con evidente fallo di mano non sanzionato. Sfuma così l’opportunità di un rigore certo (forse anche di un’espulsione) e inevitabilmente i campioni d’Italia in carica sono costretti a giocare tutto un altro incontro.

La partita si fa di conseguenza molto nervosa e i falli si susseguono.

Di lì a poco Duarte in banda sinistra è impeccabile nel mirare al secondo palo, e la palla termina alle spalle dell’incolpevole Mammarella: è l’1-0 per i padroni di casa. Lo stesso Duarte salva la sua porta insidiata da Rogerio, servito centralmente da Ghiotti, e più tardi i veneti trovano anche il raddoppio con Bertoni che sopraggiungendo in velocità prende di sprovvista la difesa biancazzurra.

La situazione si fa pesante per il Montesilvano. Al 14’ c’è la prima chance di riaprire l’incontro: la Marca esaurisce il bonus dei falli, Cuzzolino va a tirare il tiro libero ma Feller intuisce e devia fuori. Nonostante il risultato parziale sia a loro favore, i padroni di casa sono nervosi e commettono subito un nuovo fallo. E’ il 14’ e questa volta gli abruzzesi si affidano a Rogerio che non fallisce, e porta il risultato sul 2-1.

Al rientro negli spogliatoi però, mancano ancora sei minuti. C’è ancora tempo per un tiro libero assegnato piuttosto generosamente ai bianconeri e trasformato da Duarte, e per un’ulteriore libera messa a segno ancora da Rogerio.

La prima sessione di gioco si chiude quindi sul 3-2.

Ottimo l’avvio di ripresa del Montesilvano che si impegna a fare la partita e inizia a bersagliare la porta avversaria fin da subito con Garcias, per poi proseguire con Foglia dalla distanza e con un ispirato Borruto che prima va vicinissimo alla rete con uno splendido taglio sul tiro di Foglia, e poi, su spunto di Garcias, si inventa il gol del 3-3 controllando una palla non facile, incuneandosi tra gli avversari e trovando infine la rete con millimetrica precisione quando sono passati poco più di 5 minuti dall’inizio del secondo tempo.

E’ un buon momento per il team di Colini che insiste e sfiora il vantaggio prima con Rogerio, poi con un pericolosissimo Borruto che impegna seriamente Feller su una palla che sembrava persa e poco dopo serve sotto rete Foglia, che per un soffio manca il tap in decisivo.

La Marca a questo punto si scuote e torna ad essere propositiva con Wilhelm che, dopo aver centrato la traversa, beffa Mammarella in uscita e riporta i suoi in vantaggio, e con Duarte, che conclude anche lui sulla traversa.

Il pesante fallo di Bellomo, su Rogerio lanciato a rete, gli costa l’espulsione concedendo così al Montesilvano la possibilità di sfruttare la superiorità numerica ma la fretta di concludere è cattiva consigliera e non porta reti a Forte e compagni che, tentando poi sul finale l’ultima carta del portiere di movimento, riescono solo a incassare un altro gol da Bertoni che chiude definitivamente i conti approfittando della porta vuota.

Per la Daf sarebbe stata la terza finale scudetto consecutiva, invece, per quest’anno il team di Iervolino dovrà “accontentarsi” del titolo europeo, e lasciare lo scettro di regina d’Italia a chi farà meglio tra la Marca e la vincente dell’altra sfida Veneto – Abruzzo non ancora disputata tra Luparense e Pescara.

  MARCA FUTSAL  5

DAF CHEMI MONTESILVANO 3 
MARCA FUTSAL:
Feller, Wilhelm, Duarte, Patias, Bertoni, Fabiano, Caverzan, El Hamoudi, Bellomo, Calmonte, Jonas, Taborra

All. Polido

DAF CHEMI MONTESILVANO: Mammarella, Ghiotti, Forte, Garcias, Rogerio, Fragassi, Calderolli, Borruto, Troilo, Cuzzolino, Foglia, Dell'Oso

All. Colini

ARBITRI
: Angelo Grimaldi (Vibo Valentia), Aniello Prisco (Frosinone), Cristian Tonelli (Forlì) CRONO: Alessandro Ferrari (Legnano)

MARCATORI: pt 6'51'' Duarte, 12'01'' Bertoni, 14'09'' t.l. Rogerio, 17'29'' t.l. Duarte, 19'37'' t.l. Rogerio  st: 5'30'' Borruto, 10'51'' Wilhelm, 18'45'' Bertoni


NOTE: ESPULSI: Bellomo; AMMONITI: Calmonte, Cuzzolino, Forte, Borruto, Duarte, Wilhelm

TIRI LIBERI:
 Marca 1/1 Montesilvano 2/3

 26/05/2011 8.12