Teramo basket, Antonetti: «Difendiamo la serie A».

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3032

TERAMO. Il presidente biancorosso ufficializza la volontà di versare il premio di risultato. «Ma i problemi economici non sono ancora risolti».

Stamattina il presidente della Teramo Basket Carlo Antonetti ha illustrato, insieme al vice presidente Lino Pellecchia e all’amministratore Antonio Biancacci, le decisioni societarie in merito al premio di risultato da versare alla seconda classificata di Legadue per conservare il titolo di Serie A.

«Abbiamo deciso di inviare in Lega, questa mattina, - ha esordito il presidente - la dichiarazione della nostra volontà di pagare la somma. Oggi facciamo il primo passo formale, mentre per versare i 500.000 euro più Iva, c’è tempo fino al 10 giugno: in questi giorni l’intera città, in tutte le sue componenti, dovrà dimostrare la stessa volontà di difendere la Serie A a denti stretti, ognuno per quelle che sono le sue possibilità. Abbiamo progettato alcune iniziative di coinvolgimento del territorio – ha continuato Antonetti -, e tra le altre cose anticiperemo l’avvio della Campagna Abbonamenti».

Inoltre venerdì 3 giugno alle ore 21:30 nella discoteca Heaven, ci sarà una festa che da un lato vuole celebrare il risultato conseguito dalla squadra, e dall’altro dare la possibilità ai tifosi di contribuire alla difesa della Serie A.

Il numero 1 biancorosso ha poi fatto il punto sull’evoluzione della situazione dopo l’appello lanciato un mese fa sulle difficoltà economiche del club: «nell’ultimo mese c’è stato qualche segnale positivo, siamo riusciti ad adempiere a scadenze importanti conservando inoltre sul campo il diritto alla massima serie. Ci sono ancora da risolvere tanti problemi, ci sono sul tavolo alcune situazioni che stiamo sviluppando per poter concretizzare. Dalle istituzioni non sono arrivate risposte concrete, ma solo indicazioni sulle strade percorribili. Devo inoltre ringraziare di cuore quanti hanno realizzato e sostenuto l’iniziativa degli “Amici del Basket”: al di là dell’entità economica del contributo, il gesto di tutti coloro che hanno voluto darci una mano è encomiabile».

23/05/2011 16.35