Delfino Pescara. Di Francesco: «per i play-off non è ancora finita»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2012

PESCARA. Vanno avanti i lavori in casa Pescara in vista del match di sabato in trasferta sul campo del Vicenza.

Nell'allenamento di ieri Bucchi ha partecipato in parte col gruppo, mentre Nicco ha proseguito con il lavoro differenziato. Riposo precauzionale per Soddimo per una contusione al ginocchio destro. Out Ariatti e Ganci che hanno chiuso anzitempo il proprio campionato. Stagione maledetta per l'attaccante biancazzurro protagonista l'anno scorso della fantastica cavalcata del Pescara verso la serie B, che dovrà rimanere fermo per almeno 30 giorni.

Oggi pomeriggio, ore 15.00 al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo, amichevole infrasettimanale contro l'Acqua e Sapone, formazione abruzzese del campionato Promozione. L'occasione è delle migliori per il tecnico Eusebio Di Francesco per poter studiare la miglior formazione possibile da mandare in campo sabato a Vicenza.

I Play-off, dopo l'inaspettata ed immeritata sconfitta di venerdì all'Adriatico contro il Livorno, distano solo 2 punti ma a preoccupare è l'elevato numero di squadre per soli 2 posti ancora a disposizione. In 4 punti, infatti, ci sono Reggina, Torino, Padova, Livorno, Empoli, Pescara e Crotone. Più staccate Vicenza, Grosseto e Modena, virtualmente fuori da ogni discorso promozione.

Ciò nonostante il tecnico Eusebio Di Francesco non ha nessuna intenzione di gettare la spugna: «dobbiamo guardare avanti e cercare di vincere tutte e 3 le partite che restano alla fine del campionato. Dobbiamo fare 3 punti a partire da Vicenza, noi ci crediamo ancora anche perché i play-off sono vicinissimi».

«Questo è un campionato strano» – va avanti il tecnico pescarese – «e come dimostrato in ogni domenica tutto può succedere. Dobbiamo pensare solo a noi stessi, poi alla fine faremo i conti. Vogliamo il massimo e cercheremo di fare più punti possibile. Loro giocheranno forse con una maggiore serenità, ma questo Pescara vuole fare la partita ed abbiamo tutte le carte in regola per espugnare il Romeo Menti».

Inevitabile un passo indietro alla sconfitta di venerdì scorso con il Livorno: «l'ambiente era caldissimo ed abbiamo avvertito tanta positività nei nostri confronti. Purtroppo è arrivata una sconfitta inaspettata figlia di un errore individuale, quello accaduto al nostro portiere. Nel calcio ci stanno queste cose e vanno accettate».

«Nel primo tempo abbiamo fatto bene» – conclude Di Francesco – «poi nella ripresa è chiaro che avremmo voluto e potuto fare meglio. Diversi giocatori erano parecchio stanchi. Ci tenevamo a fare bene ma non siamo stati fortunati».

 Andrea Sacchini  11/05/2011 17.55