Calcio a 5. AreaLegno battuta in casa dal Kaos Bologna

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1737

PESCARA. Sconfitta forse immeritata, ma il sogno è ancora possibile.

L'AreaLegno Adriatica Pescara perde in casa (si è giocato sabato scorso al Pala Giovanni Paolo II) contro il Kaos Bologna la gara d'andata dei quarti di finale scudetto del campionato Under 21. Hanno vinto i felsinei per 3 a 2, non sono bastati i gol dell’argentino Martin Ambrosini e dell’azzurrino Paolo Cesaroni (tornato febbricitante, poche ore prima della gara, dallo stage in Nazionale). Il Kaos ha espugnato Pescara con i gol Marcelinho, Bottoni e Tonidandel. «Il Kaos è una squadra forte, con elementi importanti per la categoria, ma abbiamo giocato senza paura e siamo stati sfortunati in più d'una occasione – spiega Francesco Ladisa, laterale biancazzurro – . Il risultato è bugiardo, ma resta comunque incerto in vista della partita di ritorno. Andremo a giocarcela, sappiamo che giocando al massimo delle nostre possibilità possiamo centrare la qualificazione».

            Esperti e forti fisicamente, gli emiliani (quattro elementi del quintetto base sono protagonisti anche in serie A con la prima squadra) hanno avuto la meglio sull’ottima tecnica e sui guizzi dei biancazzurri di casa. La qualificazione però resta aperta: si deciderà tutto sabato prossimo nella gara di ritorno (si giocherà a Ferrara, ore 18). L'Adriatica sarà seguita con molta probabilità da un nutrito gruppo di sostenitori.

La formazione dell’AreaLegno Pescara: Morrone, Gasbarroni, Ambrosini, Favero, Spinogatti, Dell’Oso, Di Giacomo, Cesaroni, Bussi, Carabella, Ladisa, Piscione. All. Di Michele.

 09/05/2011 7.56