Questa sera Pescara-Livorno. Aperta anche la Curva Sud: all'Adriatico c'è il pienone

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2637

.

PESCARA. Il conto alla rovescia per la partita forse più importante della stagione sta ormai per esaurirsi.

È tutto pronto infatti questa sera per Pescara-Livorno, inizio ore 20.45, scontro diretto ed ultima spiaggia per entrambe le squadre per agganciare la zona play-off.

L'atmosfera e la cornice di pubblico saranno d'altri tempi, con l'Adriatico con ogni probabilità che farà registrare per la prima volta in questa stagione il tutto esaurito. Alla Curva Nord e Distinti ormai introvabili da un paio di giorni nelle prossime ore potrebbe aggiungersi anche la Curva Sud che proprio ieri, su indicazioni del prefetto di Pescara, è stata ufficialmente aperta ai sostenitori biancazzurri. Secondo i dati ufficiali, a ieri sera erano stati staccati oltre 15mila tagliandi. Segno tangibile della voglia di play-off dell'intera città di Pescara e non solo. Venduti in poche ore quasi 2mila biglietti di Curva Sud, a disposizione ne restano altrettanti per lo stesso settore e diverse migliaia di Tribuna Maiella al prezzo di 20 euro e Poltronissime. Sicuramente il colpo d'occhio sarà da categoria superiore e la speranza è quella che i 20mila dell'Adriatico possano traghettare i biancazzurri a 3 punti fondamentali che darebbero il via ad un finale di stagione prestigioso dopo la salvezza conquistata sabato scorso a Portogruaro.

Nel frattempo, in un'atmosfera di grande attesa e fiducia, la squadra prepara alacremente proprio la sfida di questa sera con il Livorno. Il tecnico Di Francesco, che dovrà rinunciare per infortunio a Nicco, Stoian e Giacomelli, non avrà a disposizione neanche Ariatti che con ogni probabilità ha già finito la stagione. Out anche Gessa, squalificato per un turno dal giudice sportivo.

Per il resto Di Francesco darà fiducia al consueto 4-4-1-1 in fase di possesso del pallone. Pinna tra i pali. Linea difensiva a 4 con Zanon e Petterini a presidiare le fasce e la coppia Diamoutene-Mengoni centrale. A centrocampo nel mezzo spazio alle idee del duo Verratti-Cascione con Tognozzi possibile sorpresa. Sugli esterni Bonanni e Del Prete, che come in altre occasioni verrà avanzato sulla linea di metà campo. In avanti spazio e fiducia, vista anche l'indisponibilità per infortunio di Bucchi e le condizioni non eccelse di Ganci, a Soddimo trequartista alle spalle di Sansovini.

Di Francesco nella serata di ieri ha comunque diramato la lista dei convocati: i portieri Pinna e Bartoletti; i difensori Diamoutene, Petterini, Capuano, Del Prete, Mengoni, Olivi, Sembroni e Zanon; i centrocampisti Berardocco, Cascione, Tognozzi, Verratti e Bonanni; gli attaccanti Ganci, Maniero, Sansovini e Soddimo.

Nel Livorno il tecnico Novellino, che si presenterà in riva all'Adriatico con uno speculare 4-4-1-1 con Dionisi alle spalle di Danilevicius, ha convocato 21 giocatori: i portieri Mazzoni e De Lucia; i difensori Antunes, Salviato, Miglionico, Bernardini, Knezevic, Lambrughi e Pieri; i centrocampisti Prutsch, Iori, Luci, Parravicini, Schiattarella, Lignani, D'Alessandro e Barusso; gli attaccanti Tavano, Dionisi, Cellerino e Danilevicius.

Nella loro storia Pescara e Livorno si sono affrontate sette volte in campionato. L'ultimo match all'Adriatico, novembre 2003, terminò sullo 0-0.

Pescara-Livorno verrà diretta da Riccardo Tozzi della sezione di Roma. L'unico precedente col Pescara risale all'inizio del campionato in corso quando i biancazzurri all'Adriatico bloccarono sull'1-1 la corazzata Siena. Quattro precedenti invece del fischietto romano con i labronici col bilancio di 2 vittorie del Livorno, 1 pareggio ed 1 sconfitta. Assistenti Marrazzo e Segna.

 Andrea Sacchini   06/05/2011 7.42