Il Pescara domani contro il Livorno. L'Adriatico verso il tutto esaurito

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1999

PESCARA. Atmosfera tranquilla in casa Pescara alla vigilia del fondamentale match di domani all'Adriatico contro il Livorno.

Per entrambe le squadre la partita in ottica play-off è una sorta di ultima occasione, soprattutto per l'undici labronico distante 2 punti dal Pescara e 3 dalla sesta piazza.

Ieri consueto allenamento al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo. Lavoro differenziato per Giacomelli, Bucchi, Stoian e Nicco che non saranno a disposizione con i toscani. Lavoro di scarico per Soddimo mentre le cattive notizie sono giunte da Ariatti che si è bloccato per una possibile lesione parziale del legamento crociato anteriore del ginocchio destro.

Nel frattempo sempre nella giornata di ieri è proseguita a ritmi serrati la vendita dei tagliandi proprio per la partita col Livorno. I prezzi stracciati in Curva Nord e Distinti, soli 2 euro, hanno infatti spinto parecchi tifosi a sfruttare al massimo la fase di prevendita. Sia la Curva Mazza che la Tribuna Adriatica risultano al momento esauriti e restano in vendita tagliandi di Poltronissime e Tribuna Majella ai prezzi consueti.

Lo stadio Adriatico dunque, per l'importanza della posta in palio e soprattutto per la politica di forte ribasso dei prezzi dei settori più popolari, col Livorno presenterà una cornice di pubblico da categoria superiore. Toccherà al mister Di Francesco ed ai giocatori ripagare la fiducia ed il calore dei numerosissimi sostenitori del Delfino.

«Il Livorno è un'ottima squadra» – racconta Eusebio Di Francesco – «certamente verrà all'Adriatico per ottenere punti importanti che li rilancerebbero in zona play-off dopo il successo della settimana scorsa con l'Atalanta. Sarà una partita tattica e dovremo essere perfetti sia dal punto di vista tattico sia caratteriale. Giunti a questo punto l'obiettivo è quello di fare bene e di provare fino alla fine di raggiungere il sesto posto».

«Abbiamo ormai la certezza virtuale della salvezza» – conclude Di Francesco – «ed ora abbiamo finalmente tranquillità e sicurezza importanti per affrontare le ultime partite di campionato. Siamo vicini ad un sogno è impossibile nasconderlo ma dobbiamo concentrarci partita per partita. Abbiamo disputato un ottimo campionato, certamente superiore a tutti i pronostici e le attese di inizio stagione».

Per quanto riguarda la formazione, oltre agli indisponibili per infortunio il tecnico Di Francesco dovrà rinunciare a Gessa, appiedato per un turno dal giudice sportivo. Scontata la conferma all'oramai collaudato 4-4-1-1, sull'esterno destro di centrocampo dovrebbe agire uno tra Soddimo e Del Prete con il secondo leggermente in vantaggio. Nel primo caso in avanti Sansovini potrebbe essere affiancato da Maniero. Con Del Prete trequartista spazio in difesa ad uno tra Zanon e Capuano nel ruolo di terzino destro. A centrocampo conferma certa per il duo tutto fantasia e sostanza composto da Verratti e Cascione.

Andrea Sacchini 05/05/2011 12.00