39^ Interamnia World Cup: dall’America a Teramo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2268

TERAMO. Partono i preparativi per una nuova edizione dell’appuntamento sportivo internazionale.

Si consolidano i vincoli di amicizia e di scambi interculturali, come obiettivi fondamentali perseguiti dall’Interamnia World Cup con la collaborazione e la partecipazione dei Comuni della provincia di Teramo al torneo internazionale di pallamano giovanile.

Il Venezuela, che sarà presente alla 39^ edizione con la squadra nazionale maschile Under 21, ha chiesto di poter essere nuovamente ospitata nel Comune di Crognaleto con cui, già dallo scorso anno, si sono create le premesse per un vero e proprio gemellaggio. Ed anche l’Argentina, che parteciperà alla kermesse per il secondo anno consecutivo con il Club ETIEC di Mendoza, ha manifestato la volontà di rinsaldare i rapporti di amicizia e di scambi già avviati con il Comune di Campli.

Ma sono anche altri record, quelli segnati quest’anno dal continente americano, presente alla Coppa con una rappresentanza folta più che mai: ben 13 squadre, di cui sette maschili e sei femminili, per un totale di 240 persone provenienti da otto nazioni dell’intero territorio d’oltreoceano, dal nord del Canada al più profondo sud dell’Argentina.

E proprio il Canada presenta la formazione numericamente più nutrita, con due squadre maschili e due femminili segnando il primato, tra le nazioni americane, di aver portato a Teramo 94 squadre in 23 anni collocandosi al 18° posto nella classifica generale di partecipazioni.

Di risalto anche la partecipazione del Brasile, che in 15 anni ha gareggiato all’Interamnia World Cup con 64 formazioni e che alla 39^ edizione sarà rappresentato dalla squadra campione nazionale nell’Under 21 femminile del Club Portugues do Recife.

L’America centrale porterà la sua allegria dal Costarica e dal Guatemala, presente per 13 anni alla Coppa con 31 teams mentre, “volando” nuovamente a sud, oltre che dall’Argentina giungeranno a Teramo anche i giovani andini del Perù e una formazione dell’Uruguay.

Quella che voleva essere, in sostanza, un’edizione “interlocutoria”. nell’attesa del ritorno dei grandi fasti dell’Interamnia previsti per il quarantennale del prossimo anno, si va configurando invece come l’edizione dei record, a giudicare dalle numerose conferme di partecipazione che giungono in questi giorni dal mondo intero e che fanno del torneo teramano di pallamano, nonostante il momento socio-politico internazionale particolarmente difficile e complesso, la più grande festa dei giovani della terra.

05/05/2011 9.31