Basket. L'Amatori Pescara si aggiudica gara-1 di playoff

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1856

PESCARA. Tre indizi fanno una prova: tra Pescara ed Airola in questa stagione non c'è modo di vedere finali punto a punto.

I primi due atti di campionato erano finiti ciascuno a netto appannaggio delle squadre di casa ed anche ieri, al PalaElettra, il copione è stato rispettato: partita in equilibrio nel primo quarto ma indirizzata verso l'Amatori già alla fine del secondo.

I biancorossi hanno fatto valere le proprie armi puntando decisamente su fisicità e centimetri (Comignani 30 punti, Di Carmine 14, Diener 10) che alla lunga hanno allargato il divario con gli ospiti arrivati in riva all'Adriatico con i lunghi contati.

Proprio in virtù della penuria di uomini sotto canestro, la Pinauto Airola parte con 4 piccoli ed un centro, Del Vecchio, mentre in difesa sceglie una zona fronte pari che inizialmente da qualche grattacapo ai pescaresi. Nei primi minuti di gioco l'Amatori subisce le incursioni degli esterni trovandosi sotto di 6 punti (7-13) e coach Razic chiama timeout per riordinare le idee. Dal minuto di sospensione Pescara esce più convinta e pareggia grazie alle fiammate di Comignani, prima a quota 13 poi a 18, quindi mette la freccia e infila negli ultimi 3' un parziale di 11-0 propiziato proprio dai lunghi, Di Carmine e Comignani.

Il primo quarto si chiude sul 29-20 e nel secondo Pescara allunga facendo leva sulle proprie armi e sui problemi ai pivot di Airola, Del Vecchio e Mauriello, entrambi gravati di due falli e con quest'ultimo fuori gioco per un taglio sul braccio. Nei primi 5' di secondo parziale il vantaggio dell'Amatori arriva sul +17 (43-26) e tocca il +20 a 4' dal suono della sirena dell'intervallo. Quando ormai la gara sembra essere in controllo per l'Amatori, arriva la svolta che la chiude del tutto: a Del Vecchio viene fischiato uno sfondamento in attacco che fa saltare i nervi al giocatore che si prende anche l'inevitabile tecnico, suo quarto fallo personale. Come se non bastasse ad un minuto e mezzo dalla fine del primo tempo anche la panchina si becca un tecnico a cui si aggiunge l'espulsione per un dirigente. Comignani amministra i 4 liberi che portano il vantaggio sul +26 (56-30) e mettono la parola fine sul match. Per Airola il quarto orribile però non è ancora finito perché a 17” dalla fine Serchioto, terzo lungo campano, commette il quinto ed esce di scena.

La ripresa va avanti a scossoni ma non riserva emozioni degne di nota, serve piuttosto a fissare il punteggio sul 110 ad 86 ed a far giocare chi quest'anno ha visto meno campo e a far rifiatare diversi titolari in vista di gara-2 prevista ad Airola per mercoledì 4 maggio alle 20.30.

Oggi verranno valutate le condizioni di Leonzio che si è scavigliato a fine primo tempo.

02/05/2011 7.57