Serie B. Il Pescara espugna 2-1 Portogruaro e a sorpresa torna in corsa per i play-off

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1776

PORTOGRUARO. Il Pescara vince 2-1 in trasferta con il Portogruaro e contro ogni pronostico rientra prepotentemente in zona play-off. Nel primo tempo vantaggio al nono con Soddimo. 

Nella ripresa al quarto d'ora il secondo gol è stato siglato da Bonanni. Quasi allo scadere il punto della bandiera di Altinier.

3 punti d'oro in un momento difficile di campionato per il Pescara, che riscatta le opache prestazioni con Ascoli e Frosinone. Una vittoria importantissima perché archivia definitivamente il discorso salvezza ed apre scenari quasi impensabili rispetto anche pochi giorni fa. Passi notevoli in avanti degli uomini di Eusebio Di Francesco soprattutto sotto il profilo mentale e caratteriale.

Partita strana che ha premiato la maggior determinazione e precisione sotto porta degli avanti biancazzurri. Dopo il vantaggio siglato da Soddimo, infatti, il Portogruaro ha avuto tantissime chance per riportare il punteggio in parità. In alcune occasioni Pinna ed in altre la poca cattiveria degli attaccanti del Portogruaro hanno salvato la retroguardia pescarese che ha sbandato in più di una occasione. Tanta sofferenza ma nel momento migliore dei padroni di casa il raddoppio di Bonanni nel secondo tempo ha in sostanza chiuso la partita.

Dopo il 2-0, con il Portogruaro mentalmente a pezzi, i biancazzurri non hanno avuto alcuna difficoltà nel traghettare in porto questo successo fondamentale in ottica play-off, sfiorando inoltre il 3-0 con Sansovini. Gol di Altinier nel finale solo per le statistiche.

Per i veneti, che forse con gli abruzzesi si sono giocati le ultime carte per restare in serie B, è notte fonda.

Ottimo avvio di gara dei biancazzurri. All'ottavo Cascione di testa da ottima posizione conclude debole e centrale tra le braccia di Rossi. Sono i prodromi del gol che arriva appena 60 secondi dopo. Gessa trova il corridoio giusto per Soddimo che centralmente elude il fuorigioco e di piatto indisturbato a tu per tu col portiere di casa non sbaglia.

Reazione immediata del Portogruaro che nei seguenti 10 minuti va vicinissimo al gol in almeno 4 occasioni. Al 12esimo Espinal a botta sicura trova la decisa opposizione di Petterini che salva la propria porta. Al 18esimo è il turno di Scarpa che, servito da un preciso cross di un compagno, nel cuore dell'area di rigore non inquadra lo specchio della porta. 3 minuti dopo ancora Porto pericoloso con Geraldi, che da fuori area manda di poco il pallone a lato. Al 22esimo è Mengoni ad immolarsi su conclusione al volo ravvicinata ancora di Gerardi.

Reazione del Pescara al dominio veneto al 25esimo con Petterini, che sugli sviluppi di un corner impegna severamente Rossi.

Prima del riposo altre 2 colossali palle gol per il Portogruaro. Al 31esimo pallonetto preciso di Scarpa in contropiede che supera Pinna ma non Diamoutene che spazza proprio sulla linea di porta. Al 45esimo Pinna è eccezionale nel respingere una conclusione ravvicinata a botta sicura di Gerardi da 2 passi.

La ripresa inizia secondo lo stesso canovaccio del primo tempo. Portogruaro tutto proteso in avanti alla ricerca del pari e Pescara in evidente difficoltà. Al quarto su punizione Memushaj dalla distanza ci prova senza fortuna. Al decimo lo stesso difensore albanese da 2 passi sugli sviluppi di un altro piazzato da ottima posizione manca l'impatto semplice col pallone a Pinna praticamente battuto.

Al quarto d'ora a sorpresa il Pescara raddoppia con Bonanni, servito ottimamente da Soddimo.

La partita in sostanza termina qui con il Portogruaro che non ha più la forza per reagire al doppio svantaggio.

Al 25esimo palo clamoroso di Sansovini mentre a 10 minuti dalla fine l'unica occasione costruita dal Portogruaro, su grave errore in disimpegno di Mengoni, è un diagonale di poco impreciso di Altinier. All'ultimo minuto di recupero lo stesso attaccante del Portogruaro ha accorciato le distanze su altra incertezza di Mengoni.

Con questo successo il Pescara è salito a quota 52 in classifica ipotecando ogni discorso relativo alla permanenza in serie B. Ad un solo punto dalla sesta piazza ora i biancazzurri hanno l'occasione irripetibile di potersi giocare l'accesso ai play-off fino all'ultima giornata. Venerdì all'Adriatico ore 20.45 arriva il Livorno, all'ultima spiaggia per tentare l'aggancio al sesto posto. L'occasione è delle più ghiotte per allungare ulteriormente la classifica e per smentire tutte quelle voci che, nelle passate settimane, hanno dipinto i giocatori biancazzurri come svogliati e privi di carattere. Arrivati a questo punto, per l'ultima volta, la palla passa a giocatori e tecnici che dovranno dimostrare quantomeno caratterialmente di essere all'altezza di lottare per qualcosa di più importante della semplice salvezza.

TABELLINO

PORTOGRUARO SUMMAGA: Rossi, Cristante, Memushaj (19'st Cunico), Madaschi, Scozzarella, Cardin, Lanzoni (1'st Tarana), Schiavon, Espinal, Scarpa (13'st Altinier), Gerardi. A disposizione: Furlan, Mattielig, Gargiulo, Scapuzzi. Allenatore: Agostinelli.

PESCARA (4-4-1-1): Pinna; Del Prete, Diamoutene, Mengoni, Petterini; Bonanni, Cascione, Verratti (13'st Tognozzi), Gessa (42'st Zanon); Soddimo (30'st Maniero); Sansovini. A disposizione: Bartoletti, Olivi, Capuano, Ganci. Allenatore: Di Francesco.

ARBITRO: Ostinelli della sezione di Como.

Andrea Sacchini 30/04/2011 17.50