Futsal Cup. Montesilvano in finalissima

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1596

ALMATY (Kazakisthan) -  Storico successo per la Icobit Montesilvano, che centra l’impresa.

Riesce a piegare i campioni in carica del Benfica, nella semifinale di Uefa Futsal Cup, e si prepara ora ad affrontare la finalissima del primo maggio contro lo Sporting Lisbona, per provare a portare a casa la Coppa.

Un risultato netto, frutto di un match perfetto in cui i biancazzurri hanno dato tutto corpo e anima, senza lasciarsi intimorire dall’avversaria nè farsi bloccare dall’ansia per l’esordio in una competizione tanto prestigiosa.

Subito propositivo il team di Colini, che però si complica la vita esaurendo il bonus di cinque falli in soli cinque minuti. Una situazione decisamente rischiosa, che però non scoraggia gli abruzzesi, né li dissuade dal giocare a viso aperto, riuscendo contemporaneamente a tenere sotto controllo le manovre dei portoghesi, che, stentano a trovare spazi e non riescono a fare davvero paura, se non al 15’, con una puntata velenosa di Goncalo. A soli 18 secondi dallo scadere del primo tempo, brivido per i campioni d’Italia, che si vedono sanzionato il sesto fallo e subiscono il relativo tiro libero. Ci pensa però Mammarella a salvare la situazione, chiudendo perfettamente lo specchio a Queiros e costringendolo così ad aprire verso il palo.

Nella ripresa, azzerati i falli, Forte e compagni riprendono con scioltezza ancora maggiore,  e già al 2’ trovano la rete del vantaggio con Cuzzolino che, in corsa, va a raccogliere lo straordinario assist di Rogerio e, con un perfetto tocco di piatto sinistro, incrocia e trova l’angolino basso della rete avversaria. Il Benfica risponde con Diece, che scheggia la traversa e impensierisce con Queiros che sugli sviluppi di un calcio di punizione mette a dura prova Mammarella, ma su di lui, come su Goncalo, il portierone azzurro alza un vero e proprio muro.

Il raddoppio nasce al 14’ da una rapidissima ripartenza: perfetta l’intuizione di Ghiotti, pronto in banda destra a servire Borruto che, pur nella foga della corsa, non si affretta a calciare, ma con incredibile abilità, a tu per tu con l’estremo difensore avversario, riesce ad ingannarlo e a trovare i tempi per prendere le misure al millimetro.

A questo punto per Fernandes è d’obbligo tentare la rimonta con Diego Sol portiere di movimento, ma ancora una volta è decisivo Mammarella che non solo argina le incursioni avversarie, ma approfitta della porta sguarnita con un rinvio che termina dritto in rete e chiude definitivamente la partita.

BENFICA                                  0

ICOBIT MONTESILVANO     3

BENFICA: Vitor Hugo, Queiros, Arnaldo Pereira, Gonçalo, Davi, Pedro Costa, Diece, Marinho, Anilton, Cesar Paulo, Sol, Bébé

All. Fernandes

ICOBIT MONTESILVANO: Mammarella, Forte, Ghiotti, Rogerio, Cuzzolino, Caputo, Baptistella, Garcias, Borruto, Calderolli, Foglia, Dell’Oso

All. Colini

ARBITRI: Fernando Gutierrez Lumbreras (ESP), Ivan Shabanov (RUS), Pascal Lemal (BEL) CRONO: Almas Abbassov (KAZ)

RETI: st: 2'11' Cuzzolino, 14'57'' Borruto, 15'56'' Mammarella

AMMONITI: Rogerio, Cuzzolino, Cesar Paulo, Diece

 TIRI LIBERI: 0/1 Benfica; 0/0 Montesilvano

 30/04/2011 8.29