Il Pescara domani a Portogruaro. Pinna: «siamo una squadra pazza»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3386

PESCARA. Prosegue la preparazione dei biancazzurri in vista della trasferta di domani a Portogruaro.

 Hanno lavorato a parte Giacomelli, Stoian ed Ariatti. Riposo precauzionale per Verratti mentre non hanno partecipato alla seduta Sembroni e Nicco. Out per domani anche Bucchi per un risentimento muscolare alla coscia destra patito proprio durante l'allenamento di ieri.

«Mancano ancora 5 giornate alla fine del campionato e davvero tutto può succedere» – racconta Pinna – «siamo una squadra pazza, possiamo perdere con le ultime come vincere con le prime. Abbiamo ricevuto qualche fischio ultimamente e nel calcio ci sta anche perché ultimamente non abbiamo disputato buone prestazioni. Posso assicurare però che abbiamo sempre lottato fino alla fine».

«Con il Portogruaro e nelle restante 4 partite dobbiamo dare una risposta concreta alle tante chiacchiere fatte ultimamente» – conclude il portierone biancazzurro – «dobbiamo dare il massimo in campo in questo finale di stagione perché vogliamo chiudere alla grande questo torneo».

Per quanto riguarda la formazione il tecnico Di Francesco dovrebbe affidarsi al classico 4-4-2. Olivi, Mengoni, Del Prete e Petterini a protezione della porta difesa da Pinna. Nel mezzo Verratti e Cascione con Bonanni e Gessa a presidiare le corsie esterne. In avanti ballottaggio a 3 per 2 posti tra Sansovini, Maniero e Soddimo con i primi 2 leggermente in vantaggio.

Il match, fondamentale per il Portogruaro ed importante per il Pescara, per quest'ultimo potrebbe rappresentare decisamente l'ultima spiaggia per un eventuale aggancio alla zona play-off. Come in ogni gara di fine campionato a farla da padrona saranno le motivazioni e la speranza è quella che il tecnico Di Francesco, dopo una settimana di lavoro, abbia rigenerato la squadra soprattutto a livello mentale dopo le brutte prestazioni con Ascoli e Frosinone.

Le possibilità di raggiungere il sesto posto, visto soprattutto l'elevato numero di compagini coinvolte, sono ormai ridotte al lumicino e nell'ambiente biancazzurro ormai si pensa soltanto a raggiungere quanto prima la fatidica quota 52 punti. Non perdere a Portogruaro significherebbe mettere una seria ipoteca per la permanenza in questa categoria.

La squadra è partita ieri pomeriggio per il ritiro di Portogruaro. Il match, calcio d'inizio ore 15.00, verrà diretto da Ostinelli della sezione di Como. Guardalinee Masotti e Cini.

Il Portogruaro in casa ha conquistato 24 punti, frutto di 6 vittorie, 6 pareggi ed altrettante sconfitte. Per i biancazzurri le trasferte, eccezion fatta la penultima disputata a Piacenza, sono sempre risultate il tallone d'Achille di questa stagione con soli 14 punti totalizzati con bilancio di 3 successi, 5 pareggi e ben 10 sconfitte.

 Andrea Sacchini  29/04/2011 16.36