Il Pescara domani col Frosinone. Di Francesco: «vogliamo il pronto riscatto»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2089

PESCARA. Prosegue alacremente il lavoro del Pescara in vista dell'anticipo di domani sera allo stadio Adriatico contro il Frosinone.

Il tecnico biancazzurro Eusebio Di Francesco, che potrebbe presentare una formazione diversa rispetto a domenica, in settimana ha lavorato soprattutto sotto l'aspetto mentale dei suoi ragazzi con il chiaro obiettivo di metabolizzare la pesante sconfitta, non certo per il risultato quanto per l'importanza, patita ad Ascoli.

Il ko nel derby ha diminuito, in attesa del possibile pronto riscatto col Frosinone, le speranze play-off dei biancazzurri che sono comunque vicinissimi al sesto posto. Le residue speranze di restare agganciati al treno serie A, complici soprattutto le tantissime squadre coinvolte, sono naturalmente legate indissolubilmente ad una vittoria con il Frosinone.

I laziali, relegati all'ultimo posto della classifica, sono anche loro quasi all'ultima spiaggia per mantenere quantomeno viva l'ultima fiammella di speranza per la salvezza.

Per il Pescara, visto e considerato il tasso tecnico tutt'altro che eccelso degli avversari ed il loro morale a terra dopo il pareggio subito sabato all'ultimo minuto, l'occasione è favorevole per conquistare l'intera posta in palio e proseguire nel sogno play-off.

«Le potenzialità della squadra sono queste» – racconta il tecnico Eusebio Di Francesco – «è inutile parlare di alta classifica. Questa squadra deve vivere alla giornata senza troppe pressioni. Abbiamo la possibilità di riscattarci subito col Frosinone e dobbiamo giocare come sappiamo. Dobbiamo mettere più grinta ed agonismo in campo».

«Stiamo facendo un campionato il linea con i programmi» – va avanti Di Francesco – «anche se non possiamo calare la concentrazione come fatto con l'Ascoli. Abbiamo affrontato una squadra di carattere che ha meritato e cercato la vittoria molto più di noi. Il Pescara ha avuto una partenza negativa, poi nel secondo tempo siamo spariti dal campo. L'Ascoli ha dimostrato di avere più carattere».

Proprio su quest'ultimo punto Di Francesco insiste: «ero convinto che questa partita si sarebbe giocata soprattutto sotto il profilo caratteriale e noi in questo siamo mancati e mi dispiace. Siamo stati inferiori e questo mi è dispiaciuto tantissimo».

«Non è un discorso di non avere avuto motivazioni» – conclude il tecnico pescarese – «ma potevamo e dovevamo far meglio».

Per quanto riguarda la formazione, sono sicuramente out per infortunio Giacomelli e Stoian. Recuperato completamente Nicco, che ha giocato uno scampolo di partita ad Ascoli, il tecnico Di Francesco spera di avere a disposizione anche Tognozzi e Cascione che si sono allenati col gruppo in settimana. Out Verratti, che sarà impegnato con la nazionale azzurra under 19, al fianco di Ariatti in mezzo al campo alla fine dovrebbe comunque giocare Nicco. In avanti Soddimo, Bucchi e Sansovini, i primi 2 leggermente in vantaggio, si giocano 2 maglie da titolare.

Nel frattempo il giudice sportivo ha squalificato per una giornata Ganci e Santoruvo. Entrambi, naturalmente, salteranno la partita di domani sera all'Adriatico.

Il Frosinone ieri è già partito per il ritiro pre-gara di Montesilvano. Il tecnico Salvatore Campilongo ha convocato 24 giocatori per il match col Pescara: i portieri Frison, Sicignano e Vaccareggi; i difensori Ben Djema, Bianco, Biasi, Catacchini, De Maiò, Formato, Guidi, Minelli e Terranova; i centrocampisti Beati, Biso, Bottone, Di Tacchio, Grippo e Pestrin; gli attaccanti Campagna, Cesaretti, Masucci, Sansone, Stellone e Zigoni.

I biglietti per la partita sono già in vendita negli abituali punti vendita. I prezzi vanno dagli 8 euro della Curva Nord ed i 15 dei distinti ai 20 della Tribuna Maiella. Ridotto validi per donne, over 65 e ragazzi nati dopo il primo gennaio 1996.

 Andrea Sacchini 20/04/2011 7.54