SERIE B

Il Pescara allontana le polemiche. All’Adriatico il Novara è battuto 1-0

Decisivo un gol di Brugman. Spazzate via le polemiche?

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

199

Il Pescara allontana le polemiche. All’Adriatico il Novara è battuto 1-0

 

 

PESCARA. Con una prestazione tutto cuore e di grande sofferenza soprattutto nel finale, il Pescara supera di misura il Novara e dà un calcio alla crisi e alle polemiche generate ieri dallo stesso tecnico Zdenek Zeman.

Parte bene il Pescara con una conclusione al minuto 10 di Benali su bella iniziativa personale di Brugman: palla respinta dalla difesa. Al 18’ la prima vera occasione da rete dell’incontro: cross col contagiri di Carraro per il solito colpo di testa in anticipo di Pettinari che anticipa tutti ma non riesce a superare l’attenta guardia di Montipò. È l’antipasto del vantaggio meritato del Delfino, che arriva al minuto 22’. Dal limite Brugman controlla e a giro questa volta fa secco l’estremo difensore del Novara. Nonostante il punto dell’1-0, è sempre l’undici di Zeman a conservare l’iniziativa e la pericolosità sotto porta. Prima Pettinari e poi Zampano però a cavallo della mezz’ora non riescono nella zampata decisivo.

Il Novara si fa vivo soltanto al 32’ con Di Mariano, che dopo un pasticcio dell’intera retroguardia difensiva da 2 passi non inquadra lo specchio della porta. Prima del riposo ci prova senza convinzione Sciaudone, con la sfera che si spegne sul fondo.

Ripresa a ritmi bassi, con il Novara pericoloso al 7’ con un colpo di testa centrale di Maniero ben controllato da Fiorillo. Al 18’ riecco il Pescara con Benali, che fa tutto bene in area ma non trova il passaggio giusto nel mezzo per Mancuso: decisiva l’uscita di Montipò. 2 minuti dopo ancora padroni di casa pericolosi con Benali, che da posizione privilegiata impegna l’estremo difensore del Novara.

Il finale è di pura sofferenza. Al 29’ l’ex della contesa Maniero fallisce un gol fatto su preciso cross di un compagno. Al 38’ direttamente su calcio di punizione dal limite il neo-entrato Ronaldo esalta i riflessi di Fiorillo. In pieno recupero qualche calcio di punizione dal limite non salva il Novara, con il Pescara che torna al successo.

 


PESCARA-NOVARA 1-0

PESCARA (4-3-3) Fiorillo; Zampano, Fornasier, Perrotta, Crescenzi; Coulibaly, Carraro, Brugman; Mancuso, Pettinari, Benali. A disposizione: Antonino, Stendardo, Coda, Elizalde, Mazzotta, Capone, Proietti, Cappelluzzo, Del Sole, Baez. Allenatore: Zeman

NOVARA (3-5-2) Montipò; Golubovic, Troest, Del Fabro; Di Mariano, Casarini (62' Chajia), Orlandi (79' Ronaldo), Sciaudone, Dickmann; Da Cruz (62' Da Cruz), Maniero. A disposizione: Farelli, Benedettini, Sansone, Beye, Schiavi, Moscati, Calderoni, Bove. Allenatore: Corini

Arbitro: Illuzzi di Molfetta

Rete: 22' Brugman

 

Andrea Sacchini