SERIE B

Il Pescara torna al successo esterno. Il Parma va al tappeto (1-0)

Decisiva una rete di Brugman: il Delfino di nuovo in zona play-off

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

272

Il Pescara torna al successo esterno. Il Parma va al tappeto (1-0)


PARMA. Un Pescara generoso e concreto espugna 1-0 Parma e rilancia la propria candidatura in zona play-off. Decisiva una rete in contropiede di Brugman nel momento di maggiore pressione dei ducali.

Tante sorprese nell'undici di partenza del Delfino sia per scelta tecnica sia per ragioni di turnover. Fuori Fiorillo, Del Sole e Coulibaly, esordio dal primo minuto per Fiorillo in porta, protetto da Coda, Perrotta (recuperato e preferito a Bovo), Zampano e Mazzotta. A centrocampo l'inamovibile Brugman completa in reparto con Palazzi e Kanoutè. In avanti Capone e Mancuso ai lati di Pettinari (ancora una panchina per Ganz.

Nel Parma l'ex Virtus Lanciano D'Aversa sceglie uno speculare 4-3-3 con il compito di pungere affidato al tridente Siligardi-Calaiò-Baraye. A centrocampo l'ex Giulianova Dezi a dettare i tempi.

Fasi di studio iniziale poi al 17' la grande occasione è per il Parma. Lancio lungo per Baraye che fugge a campo aperto tutto solo davanti a Fiorillo: decisivo il tocco alla disperata di Palazzi.

Al 24' la risposta del Pescara con Capone, che nel cuore dell'area di rigore da posizione decentrata conclude debolmente tra le braccia di Frattali.

Un minuto dopo è il Parma a farsi vivo con Scavone. Azione in velocità e conclusione finale dagli undici metri del centrocampista: sicuro Fiorillo.

Al 29' ci prova Brugman da fuori senza riuscire a sorprendere l'attento Frattali.

Al 32' ottima chance per il Delfino: cross a mezza altezza di Mazzotta per il tuffo di Mancuso che trova ancora una volta Frattali pronto alla deviazione. Dopo la noia iniziale, col passare dei minuti la gara diventa gradevole con buoni contenuti tecnici e continui capovolgimenti di fronte.

Al 37' clamorosa chance per il Pescara. Cross di Mazzotta, tacco di Pettinari e autentico miracolo di Frattali che libera con l'aiuto della propria difesa.

Nella ripresa si fa preferire il Pescara per intensità e qualità del palleggio, ma al momento del dunque gli uomini di Zeman falliscono sempre l'ultimo passaggio.

Al 18' Zampano tutto solo davanti a Frattali di testa spara tra le braccia del portiere.

Girandola di cambi per Zeman, ma complice la stanchezza il Delfino col passare del tempo perde lucidità e intensità. Al 32' slalom speciale di Di Gaudio che dal limite costringe Fiorillo al difficile intervento in corner.

Al 35' Calaiò lanciato tutto solo verso la porta cade a terra sfinito al momento del dunque. Un minuto dopo palo esterno di Di Gaudio con la decisa deviazione di un difensore biancazzurro.

Al 41' nel momento peggiore del Pescara, il Delfino colpisce. Contropiede micidiale con il tocco sotto porta decisivo di Brugman su assist di Mancuso.



PARMA-PESCARA 0-1 (primo tempo 0-1)


MARCATORI: 41'st Brugman (Pe).

PARMA (4-3-3): Frattali; Iacoponi, Lucarelli, Gagliolo, Scaglia; Scozzarella, Dezi, Scavone; Siligardi (21'st Insigne), Calaiò (36'st Ceravolo), Baraye (7'st Di Gaudio). A disposizione: Nardi, Corapi, Mazzocchi, Munari, Ramos, Frediani, Barillà, Nocciolini, Ceravolo, Sierralta. Allenatore: D'Aversa.

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Zampano, Coda, Perrotta, Mazzotta; Kanoutè (28'st Carraro), Palazzi (21'st Valzania), Brugman; Mancuso, Pettinari, Capone (22'st Benali). A disposizione: Pigliacelli, Crescenzi, Balzano, Ganz, Elizalde, Fornasier, Coulibaly, Del Sole, Baez. Allenatore: Zeman.

ARBITRO: Niccolò Baroni (Opromolla-Mastrodonato).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 10mila spettatori con rappresentanza ospite. Ammoniti: Iacoponi, Scavone, Palazzi. Espulsi: nessuno. Recupero: 1'pt; 4'st.




Andrea Sacchini