SERIE A

Pescara, un'altra amarezza all'Adriatico. Il Chievo Verona passa 2-0

Delfino ancora senza vittorie in Serie A

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

178

Pescara, un'altra amarezza all'Adriatico. Il Chievo Verona passa 2-0




PESCARA. Ancora una sconfitta per il Pescara che si inchina allo stadio Adriatico 2-0 ad un coriaceo Chievo Verona. Decisivo nella ripresa il gol di Meggiorini, che ha condannato un Delfino volenteroso ma troppo poca cosa per impensierire una squadra solida e navigata per la A come i clivensi. Nel finale gioia anche per Inglese per la rete del 2-0.

Come annunciato da Oddo nella conferenza stampa della vigilia, Pescara in campo con Manaj supportato da Caprari e Benali. A centrocampo si rivede Verre insieme a Brugman e Memushaj (ancora panchina per Aquilani, ndr). In difesa out Coda e Gyomber, il tecnico del Pescara dà nuovamente fiducia al tandem Campagnaro-Fornasier. Sugli esterni stante la clamorosa squalifica di Zampano dopo i fatti di Genova, spazio a Crescenzi e Biraghi. Nel Chievo, le sorprese di Maran sono Spolli e Floro Flores dal primo minuto in luogo di Cesar e Meggiorini. In attacco il solito Birsa trequartista con Castro libero di inserirsi senza palla. L'ex della contesa Inglese ha vinto il ballottaggio con il sempreverde Pellissier.

L'avvio di gara è di marca clivense, con l'undici di Maran molto pericoloso su palla da fermo. Al 2' colpo di testa nel mucchio di Spolli e sfera alta. Al 6' inserimento senza palla di Castro che non inquadra lo specchio della porta. 2 minuti dopo ancora Chievo Verona pericoloso nuovamente sugli sviluppi di un corner. Spolli è il più lesto di tutti a incornare ma la sfera sfiora il palo.

Impatto alla gara molto difficile per il Delfino, incapace di contrastare lo strapotere ospite soprattutto dal punto di vista fisico e della pericolosità offensiva. All'11' Castro tutto solo davanti a Bizzarri non riesce a concretizzare.

Finalmente Pescara al 13'. Verticalizzazione precisa di Verre per Manaj che conclude di prima intenzione: decisivo Sorrentino in corner.

Dopo lo smarrimento dei primi minuti, col passare del tempo è il Delfino a crescere e a creare panico nella retroguardia ospite. Al 16' ci prova Manaj ma trova nuovamente Sorrentino pronto. Al 19' è fondamentale l'intervento di Spolli che nega nuovamente la gioia del gol all'ex centravanti della Primavera dell'Inter. È il momento migliore del Delfino che si ripete 120 secondi dopo con un missile di Memushaj che sfiora il bersaglio grosso per questione di centimetri.

Il finale di frazione è però del Chievo, che quando alza i propri giri motore dà sempre l'impressione di poter colpire. Alla mezz'ora Castro da fuori spara alto. Al 36' Verre perde un pallone sanguinoso nella propria metà campo e Inglese non finalizza a dovere concludendo sul fondo. Al 40' Floro Flores in piena area di rigore prende in pieno Crescenzi.

Nella ripresa scende gradualmente il ritmo, con il Chievo in controllo e il Pescara che tenta la sorpresa in più sortite. Al 12' ci prova Crescenzi ma dalla distanza non è preciso.

Al 22' Oddo nel tentativo di dare maggiore imprevedibilità al suo Pescara richiama in panchina Manaj per inserire Mitrita. È però Maran a pescare il jolly dal mazzo inserendo Meggiorini per uno spento Floro Flores. È il minuto 28 è il Chievo Verona passa in vantaggio. Lancio lungo di Birsa che fa fuori l'addormentata retroguardia pescarese e serve l'ex Bari, che controlla bene, supera il portiere e deposita nel sacco.

Oddo gioca il tutto per tutto inserendo Muric, ma in contropiede dopo un errore grossolano di Caprari, il Chievo addormenta la gara col punto del 2-0: Inglese tutto solo davanti a Bizzarri non sbaglia.


PESCARA-CHIEVO VERONA 0-2 (primo tempo 0-0)


MARCATORI: 28'st Meggiorini (Ch); 40'st Inglese (Ch).

PESCARA (4-3-2-1): Bizzarri; Crescenzi, Campagnaro, Fornasier, Biraghi; Verre, Brugman (37'st Muric), Memushaj; Benali (28'st Cristante), Caprari; Manaj (22'st Mitrita). A disposizione: Fiorillo, Bruno, Cristante, Zuparic, Aquilani, Vitturini, Coda. Allenatore: Oddo.

CHIEVO VERONA (4-3-1-2): Sorrentino; Frey, Spolli, Dainelli, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa (35'st Rigoni); Inglese (45'st Parigini), Floro Flores (17'st Meggiorini). A disposizione: Seculin, Confente, De Guzman, Gamberini, Cesar, Izco, Sardo, Pellissier, Costa. Allenatore: Maran.

ARBITRO: Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo (Pegorin-Di Vuolo).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 12mila spettatori con rappresentanza ospite. Ammoniti: Frey, Spolli, Brugman, Dainelli. Espulsi: nessuno. Recupero: 0'pt; 4'st.


Andrea Sacchini