SERIE B

Shock Lanciano. La Salernitana vince 4-1 e spinge i rossoneri in Lega Pro

Donnarumma-Zito-Gatto-Coda inguaiano Maragliulo. Al ritorno serve più di un miracolo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

321

Shock Lanciano. La Salernitana vince 4-1 e spinge i rossoneri in Lega Pro




LANCIANO. Serata amarissima per la Virtus Lanciano che crolla 4-1 in casa nell'andata play-out con la Salernitana e vede a un passo lo spettro della Serie B. Servirà il miracolo nel match di ritorno, con i frentani costretti a vincere con addirittura 4 gol di scarto per evitare la retrocessione in Lega Pro.

Avvio subito molto difficile per i rossoneri. Al 2' errore di Di Matteo che da il via al contropiede micidiale di Nalini che da posizione decentrata costringe Cragno al grande intervento in corner. Sugli sviluppi Coda viene murato da 2 passi dal decisivo intervento di Amenta. Una manciata di minuti e subito il primo cambio forzato per Maragliulo che leva dalla mischia l'infortunato Vastola per Aquilanti.

Al 9' il vantaggio dei campani. Palla persa da Vitale, rossoneri sbilanciati e Donnarumma tutto solo davanti a Cragno non sbaglia su bel suggerimento profondo di Zito.

Al 12' Salernitana ad un passo dal chiudere partita e pratica salvezza. Servizio di Zito sul secondo palo e Coda in precario equilibrio tutto solo in inquadra lo specchio della porta.

La reazione del Lanciano è tardiva ma al 16' Bonazzoli sfiora il pari. Da fuori stop e tiro di Bonazzoli che esalta i riflessi di Terracciano in corner. Sugli sviluppi il pareggio importantissimo del Lanciano: nel mucchio colpo di testa di Marilungo che senza marcatura ha tutto il tempo di freddare il portiere campano.

Tanto cuore ma i problemi della Virtus sono in difesa: cross lungo per Zito, Aquilanti non chiude e Cragno viene sorpreso sul suo palo: 1-2 e al 21' di nuovo Lanciano che insegue.

Al 31' altra pazzesca chance per gli ospiti. Donnarumma in area ostacolato da un difensore frentano spara addosso al portiere.

La Salernitana fa quello che vuole. Minuto 35, cross nel mezzo per Donnarumma che sovrasta Amenta e di un nulla di testa non inquadra lo specchio della porta.

Lanciano senza equilibrio e al 43' Coda tutto solo davanti a Cragno ha tutto il tempo di realizzare ma il 3-1 viene nuovamente impedito dal portiere di casa.

In pieno recupero palo clamoroso di Donnarumma sugli sviluppi di un corner e dell'ennesima disattenzione difensiva dei frentani.

Nella ripresa ritmi più bassi ma contrariamente ai primi 45 di gioco finalmente il Lanciano sembra tenere meglio il campo. In avanti però i rossoneri hanno poche idee, favorendo il controllo di una Salernitana meno determinata rispetto al primo tempo ma mai messa in difficoltà. Al 19' Bonazzoli profondo per Marilungo ma il tentativo dell'ex Cesena e Atalanta viene deviato in calcio d'angolo. Sugli sviluppi Rigione da 2 passi non trova il tempo per la battuta a colpo sicuro a rete.

Al 33' ancora il centrale di difesa di Maragliulo ci prova dalla distanza: sicuro Terracciano in presa a terra.

Al 36' la Salernitana chiude la gara e in sostanza la pratica salvezza. Contropiede fulminante e conclusione finale dell'ex Gatto (da poco subentrato, ndr) all'angolino: 1-3.

Nel finale scende la concentrazione degli ospiti ma il Lanciano non ha più la forza e la lucidità di riaprire la contesa. Al 46' è addirittura la Salernitana a calare il poker ancora in contropiede con Coda.

Gara di ritorno mercoledì 8 giugno alle ore 20,30 allo stadio Arechi di Salerno. Servirà più di un miracolo alla Virtus che dovrà vincere con almeno 4 gol di scarto per mantenere la categoria.


VIRTUS LANCIANO-SALERNITANA 1-4 (primo tempo 1-2)


MARCATORI: 9'pt Donnarumma (Sa); 16'pt Marilungo (La); 21'pt Zito (Sa); 36'st Gatto (Sa); 46'st Coda (Sa).

VIRTUS LANCIANO (4-3-2-1): Cragno ;Salviato, Rigione, Amenta, Di Matteo; Rocca (21'st Turchi), Bacinovic, Vitale; Vastola (7'pt Aquilanti), Marilungo; Bonazzoli (27'st Padovan). A disposizione: Casadei, Boldor, King, Di Filippo, Di Nicola, Di Benedetto. Allenatore: Maragliulo.

SALERNITANA (4-4-2): Terracciano; Rossi (39'pt Franco), Empereur, Bernardini, Tuia; Nalini (32'st Gatto), Odjer, Pestrin, Zito; Coda, Donnarumma (38'st Moro). A disposizione: Strakosha, Pollace, Colombo, Ronaldo, Schiavi, Martiniello. Allenatore: Menichini.

ARBITRO: Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo (Bindoni-Zappatore).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 5mila spettatori (circa 1.200 ospiti). Ammoniti: Rossi, Bacinovic, Salviato, Donnarumma, Aquilanti. Espulsi: nessuno. Recupero: 5'pt; 4'st.


Andrea Sacchini