SERIE B

Serie B. Gol ed emozioni a Modena. Il Pescara vince 5-2 e avvicina il terzo posto

In gol il solito Lapadula, poi Benali, Memushaj Caprari. Domenica l'ultima col Latina

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

316

Serie B. Gol ed emozioni a Modena. Il Pescara vince 5-2 e avvicina il terzo posto




MODENA. Qualche errore in difesa poi solo e soltanto Pescara. Il Delfino con una prestazione splendida e intensa supera 5-2 il Modena e avvicina ulteriormente il terzo posto.

Avvio subito col piglio giusto dei biancazzurri che nei primi 3 minuti costruiscono le prime 2 nitide chance per passare a condurre. Prima Fornasier di piede anticipa tutti sugli sviluppi di un corner (palla alta non di molto, ndr), poi Caprari (pizzicato in posizione di fuorigioco dalla terna arbitrale, ndr) a tu per tu con Manfredini spara addosso al portiere su bella intuizione profonda di Lapadula.

Col passare dei minuti dopo un avvio difficile è il Modena a guadagnare terreno, spingendo sulle fasce con continui cross nel mezzo. Al settimo il vantaggio del Modena. Calcio di punizione da distanza siderale, la difesa del Pescara allontana ma dai 25 metri Bentivoglio al volo con un capolavoro balistico insacca alle spalle dell'incolpevole Fiorillo.

La reazione del Pescara è ordinata con il tipico fraseggio continuo alla ricerca dello scatto profondo di Caprari o Lapadula. Al 19' la prima clamorosa chance per il pareggio pescarese. Splendido tocco sotto di Benali per la testa di Lapadula che tutto solo davanti a Manfredini colpisce debolmente tra le braccia del portiere.

La gara si mantiene viva ed equilibrata e al 21' l'occasione clamorosa è di marca canarina. Cross di Mazzarani per la testa di Luppi che gira: decisivo Fiorillo in corner.

Gara in salita per il Delfino ma al 35' ci pensa Caprari a riequilibrare le sorti dell'incontro.

Nella ripresa pronti via e il Pescara raddoppia. Trangolo Memushaj, Zampano, Benali e gol di quest'ultimo. La gioia del 2-1 dura però soltanto 5 minuti. Cross preciso di Granoche per la testa di Luppi che insacca alle spalle di Fiorillo.

Il pareggio non serve a nessuna delle 2 e questo fa sì che la partita resti a ritmi elevatissimi con continui capovolgimenti di fronte. Al 15' splendido assolo di Luppi che i libera di Vitturini e Zuparic e dal limite non inquadra di poco lo specchio della porta. Un minuto dopo cambio a sorpresa per Oddo che tira fuori dalla mischia Torreira per inserire Pasquato, con il Pescara ancor più offensivo. Trascorrono 2 minuti ed ecco il nuovo vantaggio del Delfino. Palla vagante in area e Lapadula (le immagini non chiariscono se di pancia o di mano, ndr) insacca fortunosamente: 2-3.

Un minuto dopo Luppi per Stanco che ti testa gira tra le braccia di Fiorillo.

Il Pescara soffre e sbaglia qualche ottima ripartenza ma al 28' l'episodio che mette in discesa la gara dei biancazzurri. Lapadula scatta in profondità e costringe Marzorati (già ammonito, ndr) al fallo duro. Punizione e soprattutto rosso per il difensore del Modena.

In inferiorità diventa semplice la gestione della gara. Al 36' il Pescara cala il poker e chiude la pratica del Braglia. Lapadula lavora un bel pallone al limite e suggerisce Memushaj: dribbling nello stretto in area e pallone lento nel sacco.

In pieno recupero il quinto sigillo di Lapadula con un preciso diagonale dal limite.


MODENA-PESCARA 2-5 (primo tempo 1-1)


MARCATORI: 7'pt Bentivoglio (Mo); 35'pt Caprari (Pe); 1'st Benali (Pe); 6'st Luppi (Mo); 18'st Lapadula (Pe); 36'st Memushaj (Pe); 48'st Lapadula (Pe).

MODENA (4-3-1-2): Mandredini; Besea, Gozzi, Marzorati, Rubin; Bentivoglio, Osuji (25'st Crecco), Nardini; Mazzarani (22'st Marchionni); Luppi, Granoche (16'st Stanco). A disposizione: Provedel, Calapai, Popescu, Doninelli, Aldrovandi, Zoboli. Allenatore: Bergodi.

PESCARA (4-3-2-1): Fiorillo; Vitturini (27'st Crescenzi), Zuparic, Fornasier, Zampano; Verre, Torreira (16'st Pasquato), Memushaj; Benali (23'st Bruno), Caprari; Lapadula. A disposizione: Aresti, Acosta, Selasi, Diamoutene, Mitrita, Cappelluzzo. Allenatore: Oddo.

ARBITRO: Fabrizio Pasqua della sezione di Tivoli (Di Iorio-Bellutti).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 10mila spettatori (circa 800 da Pescara). Ammoniti: Gozzi, Marzorati, Benali, Nardini, Marchionni. Espulso: 28'st Marzorati (Mo). Recupero: 3'pt; 3'st.


Andrea Sacchini