CALCIO

L'Aquila calcio. Sandomenico chiede scusa alla città dopo la squalifica

Lettera dell'attaccante rossoblù ai tifosi aquilani

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

97

L'Aquila calcio. Sandomenico chiede scusa alla città dopo la squalifica

Salvatore Sandomenico

       

 

 

 

 L'AQUILA.  Dopo l'espulsione arrivata nella gara di domenica scorsa con la Lucchese, e le tre giornate di squalifica, con le contestazioni dei tifosi nei suoi confronti, arrivate anche dopo il ko con il Siena, l'attaccante dell'Aquila Salvatore Sandomenico ha scritto una lettera aperta di scuse ai

tifosi dell'Aquila e alla città.

«Sono rammaricato - si legge nella lettera - per quanto è accaduto e sono consapevole di aver messo in difficoltà sia i miei compagni che la mia società e a loro rivolgo le mie scuse. Ma le scuse maggiori sento di doverle rivolgere ai tifosi ed alla città dell'Aquila che mi ha accolto in queste due stagioni e mi ha permesso di crescere sotto ogni punto di vista. Il mio è stato un gesto di stizza, peraltro frainteso dall'arbitro, dettato dal nervosismo del momento dopo aver mancato

un'occasione da rete e voglioso di contribuire ancora una volta a cambiare favorevolmente l'esito della partita. Capisco le motivazioni della società nel non voler presentare il ricorso

per ridurre la mia squalifica anche perché le conseguenze negative sono piovute anche sui massimi esponenti del nostro sodalizio».

«Pertanto ho deciso - ha scritto il giocatore aquilano – di presentare personalmente ricorso, tramite un legale di mia fiducia, perché ritengo che la squalifica di tre giornate è palesemente sproporzionata rispetto a quanto accaduto, e con la speranza di potermi vedere ridotta la sanzione per contribuire a raggiungere l'obiettivo della salvezza per cui insieme ai miei compagni ho sempre lottato. Forza L'Aquila. Prossimo anno ancora in LEGA PRO».

   Proprio in virtù dei tre turni di squalifica, L'Aquila calcio aveva deciso di multare il proprio tesserato.