IL CAMPIONATO

Serie B. Difesa imbarazzante. Il Pescara crolla al cospetto del Trapani di Cosmi

Fornasier al 44esimo pareggia, ma il solito errore regala 3 punti ai siciliani

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

182

Serie B. Difesa imbarazzante. Il Pescara crolla al cospetto del Trapani di Cosmi


PESCARA. Il Pescara più brutto della stagione si inchina 2-1 al Trapani di Cosmi e subisce i primi fischi (meritati, ndr) dell'era Oddo.

Inizio equilibrato, poi al quinto primo brivido per gli ospiti. Bella combinazione Mandragora-Caprari e rasoiata di quest'ultimo che viene deviata in angolo. Sugli sviluppi dello stesso Benali da buona posizione non ha lucidità e spara malamente alle stelle. Al sesto risposta del Trapani con Citro che aggancia in area, si gira e per poco non beffa Fiorillo.

Al nono incredibile palla gol per il Pescara. Contropiede micidiale originato da un errore del Trapani, conclusione di Lapadula e salvataggio di Coronado sulla linea a portiere battuto. Ospiti in difficoltà sul fraseggio stretto e continuo degli abruzzesi. Al 12esimo altra palla buona in area per Benali che complice una deviazione manda sul fondo.

Al primo affondo deciso però il Trapani approfitta della fragilità dei meccanismi difensivi dei biancazzurri e passa in vantaggio. Minuto 14: prima Fiorillo si supera su tentativo da fuori di Coronado, raccoglie Rizzetto che senza pressione ha tutto il tempo di pescare nel mezzo Citro che deposita in rete.

La reazione degli abruzzesi è abulica, improduttiva e priva di costrutto. Al contrario il vantaggio dà coraggio ad un Trapani ben disposto in campo che non rinuncia a far male in contropiede. Al 25esimo girata debole di Lapadula tra le braccia di Nicolas. Due minuti dopo ancora sicuro il portiere del Trapani su tentativo dai 20 metri di Mandragora. Col passare dei minuti il Pescara alza i giri motore. Alla mezz'ora ripartenza velocissima di Benali, palla profonda per Lapadula che stanco calcia ancora centrale.

Quando l'undici di Oddo si scopre ecco i problemi. Minuto 32: palla nel mezzo per Petkovic che manda a lato grazie ad una deviazione di Zuparic. Sugli sviluppi del corner stacco di Pagliarulo, miracolo di Fiorillo e battuta a rete di Citro in fuorigioco. Al 36esimo Pagliarulo da 2 passi non sfrutta una bella sponda su calcio piazzato di Scognamiglio.

Al riposo qualche fischio dei pochi presenti all'Adriatico per una prestazione sotto tono e fortemente condizionata dalle solite leggerezze difensive.

Nella ripresa ritmi più alti e col passare dei minuti pressing sempre maggiore del Pescara. Mazzotta al decimo per la botta al volo sul secondo palo di Verde che costringe Nicolas al primo difficile intervento della partita. Troppe però le difficoltà di arrivare al tiro, con il Trapani che ostruisce ogni possibile sbocco offensivo degli avversari. Nel tentativo di dare maggiore imprevedibilità alla manovra, Oddo gioca la carta Mitrita in luogo di Verde.

Trovare spazi palla a terra però è impossibile contro l'organizzata difesa di Cosmi e alla mezz'ora diventa una necessità anche il cambio Caprari per Cappelluzzo per dare freschezza e soprattutto centimetri all'attacco pescarese. Esiti deludenti e al 38esimo è addirittura il Trapani a sfiorare la seconda marcatura. Contropiede perfetto di Petkovic, pallone nel mezzo per De Cenco che a tu per tu con Fiorillo spara addosso al portiere.

Gol mangiato, gol subito, e al 44esimo un po' a sorpresa ecco il pari del Pescara. Calcio d'angolo di Mitrita e girata meravigliosa di Fornasier che insacca alle spalle di Nicolas.

Sembra possibile la rimonta ma al secondo di recupero l'ennesimo svarione della retroguardia regala il 2-1 al Trapani. Petkovic profondo per Eramo che tutto solo davanti a Fiorillo ha tutto il tempo di piazzare la sfera.


PESCARA-TRAPANI 1-2 (primo tempo 0-1)


MARCATORI: 14'pt Citro (Tr); 44'st Fornasier (Pe); 47'st Eramo (Tr).

PESCARA (4-3-2-1): Fiorillo; Zampano, Fornasier, Zuparic, Mazzotta; Benali (20'st Acosta), Bruno, Mandragora; Verde (18'st Mitrita), Caprari (30'st Cappelluzzo), Lapadula. A disposizione: Aresti, Coda, Selasi, Vitturini, Torreira, Verre. Allenatore: Oddo.

TRAPANI (3-4-1-2): Nicolas; Perticone, Pagliarulo, Scognamiglio; Nizzetto (30'st Cavagna), Eramo, Fazio, Rizzato; Coronado (35'st Ciaramitaro); Citro (19'st De Cenco), Petkovic. A disposizione: Fulignati, Daì, Montalto, Camigliano, Pastore, Accardi. Allenatore: Cosmi.

ARBITRO: Daniele Martinelli della sezione di Roma 1 (Bottegoni-Calò).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 5mila spettatori. Ammoniti: Nizzetto, Fornasier, Nicolas, Lapadula. Espulsi: nessuno. Recupero: 1'pt; 5'st.

Andrea Sacchini