ENNESIMA ROGNA

Mancati versamenti Iva, indagato presidente de L'Aquila Calcio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

112

Mancati versamenti Iva, indagato presidente de L'Aquila Calcio

L'AQUILA.  Il presidente dell'Aquila Calcio, Corrado Chiodi, è indagato nell'ambito di un'inchiesta della Procura della Repubblica dell'Aquila per reati fiscali nella sua veste di rappresentante legale della società rossoblu che partecipa alla Lega Pro.

 In particolare, l'accusa è di evasione di Iva relativa all'annualità 2012 per un importo di circa 300mila euro. Dopo l'addebito di mancato versamento della somma che ha fatto scattare rilievi penali, essendo al di sopra dei 50mila euro, da parte dell'Agenzia delle Entrate, la società rossoblu che aveva fatto la dichiarazione Iva nel 2013, ha rateizzato il debito che, come ha confermato lo stesso presidente aquilano, sarà estinto nel prossimo luglio.

 All'emissione di un avviso di garanzia si è arrivati perché l'Agenzia delle Entrate, come da prassi, ha fatto la segnalazione alla Procura che ha aperto l'indagine coordinata dal pm Fabio Picuti.

«Quando sarà estinto il debito tutto si risolverà - spiega il massimo dirigente rossoblu - quindi si tratta di un avviso di garanzia tecnico».

 Parla di «atto dovuto» il legale di Chiodi, l'avvocato Roberto Madama, il quale precisa «che non si tratta di evasione fiscale, ma di mancato pagamento di Iva visto che è stata presentata regolarmente la dichiarazione e successivamente la somma è stata rateizzata con l'Agenzia delle Entrate che però ha dovuto per legge fare la segnalazione alla Procura che ha aperto l'inchiesta che si chiuderà una volta finito il pagamento».

 Il debito Iva e' stato contratto dalla precedente gestione dell'allora presidente, Elio Gizzi. L'Aquila Calcio è in attesa di conoscere la penalizzazione nel processo sportivo sul calcioscommesse dove è finita dopo il coinvolgimento dell'ex capo dell'area tecnica, Ercole Di Nicola. La richiesta della procura federale e' stata di 32 punti.