CALCIO

Serie B. Un Pescara magistrale espugna Perugia (0-4) e sogna la Serie A

Autogol di Rossi poi Lapadula, Benali e Caprari: biancazzurri mostruosi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

244

Serie B. Un Pescara magistrale espugna Perugia (0-4) e sogna la Serie A

PERUGIA. Con una prestazione mostruosa, perfetta, impressionante, il Pescara espugna 4-0 Perugia e lancia la sfida a Cagliari e Crotone per la conquista della Serie A diretta.

Gara in avvio veloce e frizzante e pressing subito alto dell'undici di Oddo che costringe il Perugia a cercare più del dovuto il lancio lungo alla ricerca delle punte. Meglio il Pescara nel gioco palla a terra e nel fraseggio stretto. Il primo squillo della gara è di marca biancazzurra. Bella azione manovrata al limite e conclusione da fuori di Memushaj che termina di poco alta. Al 12esimo contropiede velocissimo di Caprari che al momento del dunque pecca di egoismo e calcia abbondantemente a lato.

Al 16esimo altra iniziativa interessante degli ospiti. Cross di Zampano per la girata di Lapadula che schiaccia troppo il pallone.

Al 26esimo il vantaggio meritato del Pescara. Cross velenoso di Memushaj nel mezzo e clamoroso pasticcio di Marco Rossi che insacca alle spalle del proprio portiere.

Al 36esimo colossale chance per il 2-0 abruzzese. Girata meravigliosa di Lapadula marcato da un avversario e pallone deviato da Rosati.

Al minuto 42 l'ex Teramo lavora un altro pallone splendido per il rimorchio di Caprari che al volo complice una deviazione non inquadra lo specchio della porta. Sugli sviluppi del corner Lapadula da 2 passi non trova il tempo per la battuta a rete.

Nella ripresa cambia l'atteggiamento dei biancazzurri, meno propositivi e più accorti in difesa. Al secondo il Perugia va vicinissimo al pareggio. Sponda di Bianchi e tiro immediato di Zapata che termina, deviato, fuori di un soffio.

Pescara in difficoltà ma al 13esimo Lapadula non ha la freddezza in diagonale in contropiede da buona posizione di mettere in ghiaccio il match.

Al 21esimo ancora l'attaccante pescarese sugli sviluppi di un corner non riesce di testa a sorprendere l'attento Rosati.

Il 2-0 però è soltanto rinviato di pochi secondi. Imbucata perfetta di Zampano per Lapadula che a tu per tu con Rosati elude l'uscita del portiere e insacca a porta sguarnita.

Al 25esimo il tris è servito. Altro passaggio in profondità perfetto (di Memushaj, ndr) per Lapadula che molto altruista serve Benali libero nel mezzo: 3-0 e tutto facile per il Pescara.

Al 28esimo è 0-4. Contropiede perfetto in superiorità numerico e conclusione finale di Caprari che di piatto insacca su invenzione di tacco di Verre.

Il finale è soltanto accademia.

Sabato prossimo all'Adriatico super match tra Pescara e Bari. In palio altri punti pesanti per la rincorsa a Cagliari e Crotone.

 

PERUGIA-PESCARA 0-4 (primo tempo 0-1)

 MARCATORI: 26'pt autogol di M. Rossi (Pe); 22'st Lapadula (Pe); ; 25'st Benali; 28'st Caprari (Pe).

PERUGIA (4-3-1-2): Rosati; Milos, Volta, Rossi, Spinazzola; Salifu (14'st Didiba), Taddei, Della Rocca; Zapata; Bianchi, Di Carmine. A disposizione: Zima, Comotto, Ardemagni, Mirval, Mancini, Jakovlevs. Allenatore: Bisoli.

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Fiamozzi, Campagnaro, Fornasier, Zampano; Verre, Torreira, Memushaj; Benali; Lapadula (29'st Cocco), Caprari (37'st Mitrita). A disposizione: Aresti, Bruno, Sansovini, Zuparic, Mandragora, Vitturini, Forte. Allenatore: Oddo.

ARBITRO: Francesco Paolo Saia della sezione di Palermo (Oliveri-Fiore).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 15mila spettatori con folta rappresentanza ospite. Ammoniti: Campagnaro, Zampano. Espulsi: nessuno. Recupero: 0'pt; 2'st.

 Andrea Sacchini