Basket. Anche Recanati si inchina al potere di Roseto! 88-73 il finale

Abruzzesi ok nell'ultimo impegno dell'anno. Appuntamento al 2016

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

39

Basket. Anche Recanati si inchina al potere di Roseto! 88-73 il finale

ROSETO. La Mec-Energy Roseto chiude il suo 2015 superando tra le mura del PalaMaggetti Recanati col punteggio di 88-73. Non è stata una partita spettacolare, ma è stata combattuta e vinta meritatamente dai ragazzi di coach Trullo. Il distacco finale non rispecchia a pieno l'andamento della partita: dopo averla controllata nei primi due quarti, Recanati a ripreso la partita nel terzo periodo, ma gli Sharks sono stati bravi ad arginare la rimonta degli avversari nel finale e allungare negli ultimi secondi di partita. Altra prova irreale di Allen, che segna 42 punti (massimo stagionale) di cui 28 con 4/6 da 2 e 6/6 da 3 nella seconda metà di gara, recupera 3 palle e subisce 5 falli per un 44 di valutazione. Doppia cifra anche per Weaver con 19 punti, a cui si aggiungono 9 rimbalzi, 4 assist e 6 falli subiti per un 24 di valutazione, e sono preziosissimi anche i 6 punti di Ferraro e gli 8 di Marini; solita partita di sostanza di Moreno, che realizza solo 3 punti ma distribuisce 5 assist e recupera 4 palle. Per Recanati, miglior realizzatore Lawson con 29 punti, vero problema per la difesa biancoazzurra fino all'ingenuità finale che permette agli Sharks di chiudere i conti, a cui si aggiungono 8 rimbalzi, ben supportato da Sollazzo con 18 punti, 7 rimbalzi e 7 assist per un 23 di valutazione.  

Alla palla a due, coach Trullo schiera Marulli playmaker, Allen e Moreno nello spot di guardia, Weaver e Bryan a sgomitare sotto canestro; risponde coach Zanchi con Traini in cabina di regia, Sollazzo e Bonessio a chiudere il pacchetto esterni, Pierini e Lawson nel pitturato. La sblocca Bryan con una schiacciata dopo oltre un minuto e mezzo dalla palla a due, segue Weaver con arresto e tiro: siamo appena 4-0 dopo 3:30. Recanati sorpassa per il 4-8 grazie ai suoi americani, ma si sbloccano Marulli e Allen per la parità a quota 8. Traini efficace in penetrazione, Weaver preciso con un 2/2 dalla lunetta: di nuovo parità, questa volta a quota 10. L'ex NBA fa ancora canestro, e Allen segue mandando a bersaglio da 3: +5 (17-12) in favore degli Sharks, e qui finisce il primo periodo di gioco. Il secondo quarto si apre con un alley-oop sull'asse Marini-Allen e il canestro di Borra per il 21-12 che accende l'entusiasmo dei 2500 presenti sugli spalti. Recanati risponde con 4 punti consecutivi di Lawson (21-16), ma viene affondata nuovamente dai canestri di Marini, Borra e Allen: 28-16 a metà frazione. Sollazzo e Lawson tornano a muovere il punteggio gialloblu, confezionando il nuovo -8: 30-22 a 3:55 dall'intervallo lungo. Lauwers spinge i suoi fino al -6, ma Allen torna a segnare per il 35-27 quando mancano due minuti all'intervallo lungo. Roseto torna sulla doppia cifra di vantaggio (41-30) con un altra realizzazione della guardia del Maryland. Dopo 20 minuti di gioco, il parziale è sul 41-30.

I marchigiani tornano alla carica fin da subito nel tentativo di ridurre il gap: Sollazzo segna dopo una bella giocata, Bonessio appoggia in contropiede e siamo dunque sul -8 (43-35).Weaver scuote i suoi, ma Recanati accorcia di nuovo: Sollazzo fa 2/2 dalla lunetta, e nell'azione successiva, dopo una stoppata di Pierini su Marini, serve Lawson per il -5 (45-40). Borra ferma il parziale dalla media, ma Lauwers e Bonessio realizzano per il -3 (47-44). I leopardiani non si fermano: Lawson fa 2/2 dalla lunetta e Sollazzo firma il sorpasso sul 47-48 a 4 minuti dalla terza sirena. Allen firma il nuovo vantaggio biancoazzurro, ma Lawson schiaccia il 49-50. La Mec-Energy si rialza con Moreno e Marini per il 54-50. Pierini realizza sulla sirena la tripla del nuovo vantaggio ospite sul 56-57. L'ultimo è ad alta tensione: Pierini lo sblocca in appoggio, ma Allen risponde da 3 per il 59-59. Sollazzo e Lawson confezionano il nuovo +4 gialloblu (59-63), ma Allen manda a bersaglio dall'arco e Marini confeziona un importantissimo 2+1 per il 65-63 a 7:15 dalla fine. Lawson pareggia il conto, ma Allen colpisce due volte dall'arco: 71-65 a 5 minuti dalla fine. Gli ospiti, tuttavia, non si perdono d'animo, e accorciano sul 71-69 con Sollazzo. Allen torna a fare la voce grossa con l'appoggio del 73-69 sulla testa di Sollazzo. Ferraro realizza un importantissimo +6, ma Lauwers risponde da 3 punti: 75-72 a 2:30 dalla fine. Weaver fa 2/2 dalla lunetta per il 77-72, Allen recupera palla in difesa ma gli arbitri ravvisano un fallo di Bryan su Bonessio a metà campo. Weaver recupera palla in difesa ma sbaglia il tiro, Recanati recupera palla ma Sollazzo sbaglia due volte da sotto canestro. Inizia l'ultimo minuto e la Mec-Energy è ancora avanti di 5 punti. Gli arbitri fischiano un fallo tecnico su Weaver Allen attacca Lawson che commette fallo e lo manda in lunetta: 1/2 per lui e 78-72 a 37 secondi dalla fine. I leopardiani tentano una rimonta disperata, ma Lawson commette una pura follia e si fa espellere, mandando Ferraro in lunetta per chiuderla: il capitano fa 4/4 portando i suoi a +10 (82-72); coach Trullo gli regala una doverosa standing-ovation. Non contento dei 36 punti realizzati, Allen realizza altre due triple che chiudono il match sull'88-73.

Tornati alla vittoria, i ragazzi di coach Trullo torneranno a giocare dopo capodanno: l'appuntamento è per domenica 3 gennaio 2016 alle ore 18 a Trieste.


TABELLINO

Roseto: Allen 42, D'Emilio ne, Borra 6, Ferraro 6, Marini 8, Mariani ne, Trevisan ne, Bryan 2, Marulli 2, Moreno 3, Weaver 19  All: Trullo

Recanati: Forte ne, Pierini 5, Lauwers 14, Nwokoye ne, Traini 5, Procacci, Bonessio 2, Maspero, Lawson 29, Sollazzo 18 All: Zanchi

Arbitri: Noce, Pecorella, Mottola

Note: Parziali: 17-12, 41-30, 56-57. Roseto: 33/70 dal campo, 23/46 da 2, 10/24 da 3, 12/15 ai liberi, 34 rimbalzi (11 offensivi), 16 assist, 10 palle perse, 10 palle recuperate. Recanati: 27/62 al tiro, 23/45 da 2, 4/17 da 3, 15/22 ai liberi, 42 rimbalzi (13 offensivi), 13 assist, 18 palle perse, 5 palle recuperate. Usciti per 5 falli: Bryan e Lawson (espulsione) Luogo: PalaMaggetti Turno di A2 Silver: 14° Spettatori: 2800