CALCIO

Serie B. Il Pescara vince e spazza via le polemiche. Virtus Entella ko all'Adriatico

Memushaj-Lapadula. I biancazzurri tornano a sorridere

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

114

Serie B. Il Pescara vince e spazza via le polemiche. Virtus Entella ko all'Adriatico

PESCARA. Un Pescara quadrato, cinico e spietato supera 2-0 all'Adriatico la Virtus Entella e spazza via critiche e polemiche seguite all'ultimo periodo negativo di prestazioni e risultati.

Avvio soporifero senza grandi giocate (eccetto un paio di verticalizzazioni pericolose di Cutolo) con un'Entella compatta e ben organizzata. Al 13esimo la prima conclusione verso lo specchio della porta è di Lapadula, che dai 20 metri spara tra le braccia di Iacobucci.

Tanta difficoltà di trovare il pertugio giusto tra le fitte maglie della difesa ligure, per il Pescara l'unico modo è quello di affidarsi alle conclusioni da fuori. Al 18esimo è il turno di Benali che costringe Iacobucci al difficile intervento in 2 tempi.

Al 31esimo la più ghiotta chance costruita dal Pescara nei primi 45 di gioco. Cross di Crescenzi e colpo di testa di Cocco che si infrange sul palo. Sulla ribattuta tocco in rete di mani di Lapadula che viene anche ammonito.

È il momento migliore dei biancazzurri che al 33esimo passano meritatamente in vantaggio. Cross di Caprari e colpo di testa preciso all'angolino di Memushaj che fredda Iacobucci. Finale di frazione senza grossi sussulti, con il Pescara in controllo del match pur con qualche sbavatura di troppo in fase difensiva.

Nella ripresa al 14esimo colossale chance per il 2-0 abruzzese. Palla in mezzo di Memushaj per la spaccata di Lapadula che non inquadra lo specchio della porta.

Avanti di una marcatura Oddo sceglie di coprirsi inserendo Selasi in luogo di Caprari, con Benali che avanza al ruolo di trequartista.

Il Pescara però non rinuncia alla fase d'attacco ed al 23esimo Memushaj al volo dal limite sfiora il bersaglio grosso. Un minuto dopo Cocco si divora di piatto il 2-0.

Col passare dei minuti l'undici di Oddo si abbassa ed al 34esimo clamorosa chance in area per Costa Ferreira che all'altezza del dischetto in precario equilibrio spara sul fondo. Sul capovolgimento di fronte Lapadula da 2 passi esalta i riflessi di Iacobucci.

Al 42esimo capolavoro di astuzia di Lapadula su ingenuità difensiva dei liguri e raddoppio dei biancazzurri.

Sabato prossimo derby d'Abruzzo al Biondi contro la Virtus Lanciano.


PESCARA-VIRTUS ENTELLA 2-0 (primo tempo 1-0)

MARCATORI: 33'pt Memushaj (Pe); 42'st Lapadula (Pe).

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Zampano, Zuparic, Bunoza (27'st Fiamozzi), Crescenzi; Benali (39'st Verre), Bruno, Memushaj; Caprari (17'st Selasi); Lapadula, Cocco. A disposizione: Aresti, Sansovini, Mandragora, Valoti, Mitrita. Allenatore: Oddo.

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Iacobucci; Belli, Ceccarelli, Pellizzer, Keita; Palermo (28'st Sforzini), Volpe (16'st Jadid), Troiano; Costa Ferreira; Cutolo, Caputo (44'pt Masucci). A disposizione: Paroni, Gerli, Zanon, Fazzi, Iacoponi, Petkovic. Allenatore: Aglietti.

ARBITRO: Daniele Martinelli della sezione di Roma 2 (Bottegoni-Prenna).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 6mila spettatori con sparuta rappresentanza ospite. Ammoniti: Bunoza, Cutolo, Lapadula, Bruno, Pellizzer, Palermo, Memushaj. Espulsi: nessuno. Recupero: 1'pt; 3'st.

Andrea Sacchini