CALCIO

Serie B. Cagliari di un'altra categoria. La Virtus Lanciano si inchina 3-1 al Biondi

Eurogol di Telles, poi gara chiusa dai gol di Salamon e Cerri

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

58

Serie B. Cagliari di un'altra categoria. La Virtus Lanciano si inchina 3-1 al Biondi

LANCIANO. Ad una Virtus Lanciano generosa ma falcidiata da infortuni e squalifiche non riesce il miracolo al Biondi. Vince con merito 3-1 il Cagliari al termine di una gara dominata con risultato mai messo in discussione.

Avvio di gara incoraggiante dei rossoneri, che pur senza spunti offensivi riescono a contenere gli attacchi del Cagliari. Al nono la prima vera occasione da gol dell'incontro è proprio costruita dagli abruzzesi. Calcio di punizione a 2 in area (Storari ha toccato di mano un retropassaggio volontario di un difensore isolano, ndr) e Piccolo colpisce soltanto la barriera.

Al 13esimo al primo vero affondo dei rossoblù, ecco la prima doccia fredda della serata frentana. Suggerimento di Farias per Telles che in acrobazia fa secco Casadei.

In vantaggio di una rete tutto facile per il Cagliari, che a cavallo della mezz'ora più volte sfiora il 2-0 prima con un tiro dalla distanza di Munari parato da Casadei e poi da posizione ravvicinata di Farias. Ancora una volta decisivo e sicuro l'estremo difensore rossonero.

Al minuto 34 il 2-0 del Cagliari è realtà. Traversone di Di Gennaro per la testa di Salamon che tutto solo insacca alle spalle di Casadei.

Nella ripresa una buona occasione per parte, poi al 16esimo la Virtus Lanciano accorcia le distanze. Direttamente su calcio di punizione dal limite, gemma di Piccolo sul quale Storari non può nulla.

È il miglior momento dei padroni di casa con la gara che sembra cambiare. Tutta un'illusione però perché al 22esimo il Cagliari cala il tris e chiude l'incontro. Fa tutto Farias che si libera di un paio di difensori e serve nel mezzo Cerri: facile facile il tocco del 3-1.

Nel finale il Lanciano, pur senza demeritare per impegno e volontà, non ha la forza di riprendere il match, con il Cagliari che ha controllato agevolmente il doppio vantaggio fino al triplice fischio. Frentani che hanno anche chiuso l'incontro in inferiorità numerica per il rosso rifilato dal direttore di gara a Di Matteo per un brutto fallo a centrocampo.


VIRTUS LANCIANO-CAGLIARI 1-3 (primo tempo 0-2)

MARCATORI: 13'pt Tello (Ca); 34'pt Salamon (Ca); 16'st Piccolo (La); 22'st Cerri (Ca).

VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Casadei; Pucino, Aquilanti, Rigione, Di Matteo; Vastola (38'pt Lanini), Paghera, Crecco; Di Francesco, Padovan (23'st Turchi), Piccolo (29'st Marilungo). A disposizione: Aridità, Boldor, De Silvestro, Rozzi, Di Benedetto. Allenatore: D'Aversa.

CAGLIARI (4-3-3): Storari; Balzano, Ceppitelli, Salamon, Barreca; Munari, Di Gennaro (42'st Krajnc), Tello (15'st Deiola); Farias (23'st Joao Pedro), Giannetti, Cerri. A disposizione: Cragno, Pisacane, Murru, Barella, Melchiorri, Sau. Allenatore: Rastelli.

ARBITRO: Rosario Abisso della sezione di Palermo (Di Iorio-Baccini).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 3mila spettatori con rappresentanza ospite. Ammoniti: Storari, Tello, Paghera, Vastola, Di Matteo, Balzano, Cerri, Munari, Barreca. Espulso: 40'st Di Matteo (La). Recupero: 2'pt; 5'st.

Andrea Sacchini