CALCIO

Serie B. Lapadula segna, Fiorillo salva. Pescara brutto ma fortunato: 2-0 a Como

Il Como sbaglia l'impossibile e viene punito dall'ex Teramo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

134

Serie B. Lapadula segna, Fiorillo salva. Pescara brutto ma fortunato: 2-0 a Como

COMO. Un Pescara cinico e fortunato espugna 2-0 Como e torna a correre dopo 2 sconfitte consecutive. Decisiva una doppietta di Lapadula nel primo tempo, dopo che i padroni di casa hanno dilapidato una serie interminabile di palle gol clamorose. Protagonista assoluto Fiorillo, capace di nascondere le grandi lacune della fase difensiva abruzzese con una serie interminabile di parate incredibili.

A cavallo del nono minuto prime schermaglie del match. Prima Ebagua da posizione decentrata spara debole addosso a Fiorillo, poi sul capovolgimento di fronte Caprari vince il duello in dribbling con un difensore lombardo ma non inquadra lo specchio della porta.

Al decimo il gol del Pescara che spezza l'equilibrio e cambia la partita. Spunto sulla destra di Benali e passaggio preciso nel mezzo per Lapadula che insacca alle spalle di Crispino.

La reazione del Como è buona. Al 13esimo sugli sviluppi di un corner pasticcio di Fiorillo e decisivo intervento sulla linea di Campagnaro che salva su colpo di testa di Ebagua.

Incredibile chance Como al 14esimo. Follia di Campagnaro al limite, Ebagua ruba palla e tutto solo davanti a Fiorillo esalta i riflessi del portiere pescarese.

Episodio ancora più pazzesco al 27esimo. In ben 3 occasioni a porta praticamente spalancata prima Sbaffo, poi Madonna, poi Bessa non riescono ad insaccare. Pescara completamente imbambolato e in balia del Como, che gioca, crea occasioni in quantità industriale ma non ha la necessaria cattiveria e precisione sotto porta.

Al 36esimo altro contropiede dei padroni di casa e conclusione da fuori di Ganz che termina sul fondo. Un minuto dopo altra occasionissima per il Como. Cross col contagiri per Sbaffo che ostacolato da Zampano da 2 passi non inquadra lo specchio della porta.

Al 45esimo il raddoppio del Pescara. Sugli sviluppi di un corner Lapadula in spaccata insacca.

Nella ripresa scendono i ritmi ma è sempre il Como a provarci. Al decimo Ebagua in piena area di rigore non trova il tempo per il tiro con l'azione che sfuma. Per ridurre ulteriormente gli spazi agli avanti del Como, Oddo richiama in panchina Benali per inserire il più incontrista Bruno. Al 18esimo da lunga distanza calcio di punizione a 2 di Gerardi che chiama ancora una volta Fiorillo al difficile intervento in corner. Un minuto dopo Giosa ha un'altra ghiotta chance ma sceglie l'errata soluzione della conclusione al volo in porta invece di suggerire nel mezzo per un compagno meglio piazzato.

Al 20esimo ancora una volta Como, ancora una volta Fiorillo. Cross nel mezzo per la testa di Gerardi che trova ancora una volta prontissimo Fiorillo.

Al 28esimo l'ennesimo intervento del portiere del Pescara su tiro di Ebagua.

Al 32esimo è la sfortuna ad opporsi al gol del Como. Colpo di testa in area di Gerardi e palo pieno a portiere battuto. Prima del triplice fischio ancora Fiorillo, poi un colpo di testa di Gerardi non riescono a regalare la gioia del gol ai padroni di casa.

Venerdì allo stadio Adriatico arriva l'Avellino.


COMO-PESCARA 0-2 (primo tempo 0-2)

MARCATORI: 10'pt e 45'pt Lapadula (Pe).

COMO (4-3-1-2): Crispino; Madonna (38'st Bentivegna), Borghese (33'pt Cassetti), Giosa, Garcia Tena; Casoli, Benedic, Bessa; Sbaffo (7'st Gerardi); Ebagua, Ganz. A disposizione: Andrenacci, Ambrosini, Ntow, Minotti, Scapuzzi, Jakimovski. Allenatore: Festa.

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Zampano, Campagnaro (22'st Fiamozzi), Zuparic, Crescenzi; Selasi, Torreira (36'st Bulevardi), Memushaj; Benali (17'st Bruno); Lapadula, Caprari. A disposizione: Aresti, Sansovini, Cocco, Mignanelli, Valoti, Mitrita. Allenatore: Oddo.

ARBITRO: Francesco Paolo Saia della sezione di Palermo (Colella-Raspollini).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 3mila spettatori con rappresentanza ospite. Ammoniti: Borghese, Sbaffo, Cassetti, Fiorillo, Selasi, Giosa. Espulsi: nessuno. Recupero: 1'pt;

Andrea Sacchini