CALCIO

Serie B. Zuparic e Crescenzi sbagliano, la Ternana no. Il Pescara perde in casa (1-2)

Gol di Falletti e Dugandzic. Inutile il pari di Caprari. Rosso a Fornasier

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

119

Serie B. Zuparic e Crescenzi sbagliano, la Ternana no. Il Pescara perde in casa (1-2)

PESCARA. Due errori incredibili della difesa (Zuparic e Crescenzi, ndr) costringono il Pescara alla seconda, amarissima sconfitta consecutiva dopo il ko di Novara. Vantaggio della Ternana con Falletti, pari momentaneo di Caprari e gol decisivo nel finale di Dugandzic.

Indiscrezioni della vigilia tutte confermate in casa Pescara, con Oddo a caccia del riscatto dopo la prestazione incolore di Novara. Di fronte Fiorillo la collaudata difesa a 4 composta da Zampano, Fornasier, Zuparic e Crescenzi; a centrocampo Mandragora in cabina di regia con Benali e Verre mezze ali. In avanti si rivede Valoti nel ruolo di trequartista a supporto del tandem Lapadula-Caprari, con quest'ultimo preferito al fin qui impalpabile Cocco. Fuori causa lo squalificato Memushaj (che salterà anche la trasferta di Como di domenica, ndr) e l'infortunato Campagnaro.

Nella Ternana mister Breda sceglie un versatile 4-2-3-1 con Gondo, Falletti e Furlan tra le linee in appoggio all'unico terminale offensivo Ceravolo.

16 minuti di nulla, poi da oltre 30 metri Lapadula cerca senza fortuna di svegliare le 2 squadre: palla tra le braccia di Mazzoni.

Poi al 17esimo la follia di Zuparic permette alla Ternana di passare in vantaggio. Colpo di testa inspiegabile all'indietro del centrale croato che innesca Ceravolo, poi cross nel mezzo per Falletti che tutto solo insacca.

Momento di grande difficoltà dei biancazzurri, che sbandano e subiscono il pressing alto degli umbri. Al minuto 26 però errore grave della retroguardia ternana (retropassaggio volontario al portiere, ndr) e calcio di punizione a 2 in area. Valoti tocca per Caprari che con l'aiuto della traversa insacca alle spalle di Mazzoni: 1-1.

Al 35esimo l'episodio che cambia l'inerzia del match. Fallo durissimo di Fornasier su Busellato e cartellino rosso diretto di Marini di Roma 1. Decisione forse affrettata del direttore di gara ma resta l'ingenuità dell'ex difensore di Sampdoria e Manchester United.

Finale di frazione senza grandi sussulti e ripresa subito con una novità per il Pescara. Fuori uno spento Valoti, dentro Torreira e passaggio forzato al 4-3-1-1 con Caprari e Lapadula ad alternarsi nel ruolo di prima punta. Al 12esimo altro cambio: Forte per Caprari nel tentativo di dare vivacità e soprattutto freschezza alla manovra d'attacco.

Effetti non molti, ma al 19esimo è clamorosa l'occasione da gol capitata al Pescara. Contropiede perfetto orchestrato da Caprari che allarga per Lapadula: decisivo Mazzoni in allungo nel chiudere lo specchio della porta all'ex Teramo.

La risposta della Ternana è altrettanto clamorosa: colpo di testa di Meccariello da 2 passi sugli sviluppi di un corner e salvataggio di Fiorillo.

Al 41esimo parità numerica ristabilita con il rosso rifilato all'ex Zanon. Sembra fatta per l'assedio finale dei biancazzurri, ma al 43esimo ecco il nuovo e definitivo vantaggio della Ternana. Seconda follia di giornata della retroguardia pescarese, con Crescenzi che non riesce a liberare e favorisce il contropiede di Avenatti. Palla nel mezzo per il neo-entrato Dugandzic che tutto solo davanti a Fiorillo non sbaglia.

Approfittando della sosta delle nazionali, nel prossimo turno Serie B alla domenica con i biancazzurri che faranno visita al Como.

 

PESCARA-TERNANA 1-2 (primo tempo 1-1)

 MARCATORI: 17'pt Falletti (Te); 26'pt Caprari (Pe); 43'st Dugandzic (Te).

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Zampano, Fornasier, Zuparic, Crescenzi; Benali (13'st Forte), Mandragora, Verre; Valoti (1'st Torreira); Lapadula, Caprari (35'st Fiamozzi). A disposizione: Aresti, Bruno, Sansovini, Cocco, Selasi, Mitrita. Allenatore: Oddo.

TERNANA (4-2-3-1): Mazzoni; Zanon, Meccariello, Gonzalez, Vitale; Valjent (25'st Palumbo), Busellato; Gondo (18'st Avenatti), Falletti, Furlan; Ceravolo (32'st Dugandzic). A disposizione: Sala, Masi, Zampa, Belloni, Dianda, Palumbo, Grossi. Allenatore: Breda.

ARBITRO: Valerio Marini della sezione di Roma 1 (Pentangelo-Chiocchi).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 8mila spettatori. Ammoniti: Busellato, Zanon, Verre, Benali, Valjent, Mandragora. Espulsi: 35'pt Fornasier (Pe); 41'st Zanon (Te). Recupero: 2'pt; 4'st.

 Andrea Sacchini